I cardinali commentano il Catechismo, un libro per ricordare la dottrina cattolica

Presentato a Roma il volume che pubblica anche il testo del 2002 del Cardinale Ratzinger sul Catechismo

Un momento della presentazione
Foto: TAU
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Conoscere sempre meglio l’insieme dei contenuti della nostra fede espressi nel Catechismo. É questo lo scopo del volume  “23 cardinali commentano il Catechismo della Chiesa cattolica”, curato da Marco Italiano per Tau Editrice. E per farlo sono appunto i cardinali a presentare dei commenti ai temi più significativi del Catechismo della Chiesa Cattolica.

“La nostra fede ha bisogno di essere continuamente ridetta: salvaguardandone il contenuto essenziale, devono essere trovate nuove espressioni che siano in grado di intercettare lo stesso linguaggio degli uomini e delle donne di oggi” scrive il cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, nella prefazione al libro. “Della Parola di Dio non si deve perdere mai la memoria, pena l’impossibilità, poi, di metterla in pratica.” Del volume fa parte anche la versione integrale della Conferenza sull’attualità dottrinale del Catechismo della Chiesa Cattolica, tenuta dal card. Joseph Ratzinger a 10 anni dalla sua pubblicazione nel 2002. 

Il volume è stato presentato a Roma da alcuni dei cardinali che hanno collaborato alla stesura e va ricordato che i proventi dalla vendita del libro verranno devoluti all’istituto “Effetà Paolo VI” di Betlemme, una scuola specializzata per dei bambini audiolesi residenti nei Territori Palestinesi. L’Istituto è sostenuto anche dalla Fondazione Giovanni Paolo II.

A parlare della situazione in Medio Oriente è stato durante la presentazione del libro il cardinale Sandri Prefetto della Congregazione per le Chiese orientali. “La giustizia verso gli uomini - ha detto- dispone a rispettare i diritti di ciascuno e a stabilire nelle relazioni umane l’armonia che promuove l’equità nei confronti delle persone e del bene comune”. E ha ricordato il sacerdote iracheno padre Ragheed Ganni, trucidato il 3 giugno del 2007 insieme a tre suddiaconi nei pressi della chiesa dello Spirito Santo a Mosul, nell’Iraq settentrionale, i cristiani copti sgozzati nel 2015 sulle rive libiche mentre ripetevano il nome del Signore e le vittime dell’attentato alla cattedrale siro cattolica di Baghdad nell’ottobre 2010. Con questi anche i tanti giovani dei “Paesi dell’ex-Unione Sovietica, dell’Egitto, dell’Iraq, dell’Armenia, del Libano, della Siria” e di altri Paesi “assetati di verità e di giustizia e che scelgono di rispondere con una misura di amore e di dono di sé alle pagine di dolore quotidiane”.

“Il cattolicesimo di oggi si vede nella pratica, ma serve un bagaglio di conoscenza sulla dottrina della Chiesa per poterlo mettere nel concreto”.  Scrive il cardinale Francesco Monterisi, Arciprete emerito della Basilica Papale di San Paolo fuori le Mura nel volume. “Ho l’impressione che la conoscenza della fede cattolica e della sua morale non sia al livello che dovrebbe essere, nonostante siamo in una società dove non solo i giovani, ma tutti, ricevono tanti input” dice Monterisi. 

Secondo il cardinale l’importanza dell’iniziativa editoriale, in collaborazione con l'Associazione Res Magnae e la Fondazione Giovanni Paolo II, è di permette di conoscere meglio la realtà della dottrina della Chiesa Cattolica. “Questo libro – aggiunge Monterisi – introduce in una maniera specialissima a questi temi, con attenzione particolare alla vita di ogni giorno e soprattutto allo spirito e alla pratica dei sacramenti”.

Ti potrebbe interessare