I luoghi di San Francesco in Italia. A Teramo con la Madonna delle Grazie

Uno dei luoghi che ricordano la presenza francescana in Italia è Teramo, il Santuario della Madonna delle Grazie

Teramo, Madonna delle Grazie
Foto: https://www.fratiminorifrancescani.org/santuari
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Uno dei luoghi che ricordano la presenza francescana in Italia è Teramo, il Santuario della Madonna delle Grazie. I frati minori francescani specificano che il santuario ebbe inizio con la venuta in Teramo dei frati dell’Osservanza nella metà del Quattrocento.

Papa Eugenio IV forse su richiesta di fra' Giacomo della Marca, ne decise la trasformazione in un convento di frati minori osservanti e il vescovo di Penne, Giovanni da Palena presentò il progetto al papa Niccolò V, che lo approvò con una bolla del 15 febbraio 1449. Il nuovo convento fu intitolato a Santa Maria delle Grazie e le monache benedettine si trasferirono all'interno della città.

Per la costruzione del nuovo concento delle Grazie fu utilizzato il precedente monastero delle monache benedettine, risalente al XII secolo. In esso si conservano alcuni importanti affreschi.

Al centro del presbiterio si innalza un tempietto-edicola con ornamenti classici. È la degna custodia della “perla preziosa” del santuario: la venerata e ammirata immagine della Vergine con il santo Bambino, conosciuta come Madonna delle Grazie.

La statua è da sempre al centro della devozione popolare, di cui è testimonianza la imponente collezione di oltre 800 preziosi ex voto in lamina d'argento. La ricorrenza si festeggia il 2 luglio. C'è una copia di questa statua nella chiesa St. James ubicato a Penns Grove in New Jersey negli Stati Uniti. La narrazione popolare attribuisce alla statua anche eventi miracolosi avvenuti all’indomani della sua realizzazione: il carro sul quale viaggiava cadde in un dirupo e un intervento divino mise in salvo la statua, persone e animali che la trasportavano; tanto clamore suscitò l’evento che sul luogo fu costruita un’edicola votiva; alla Madonna delle Grazie è anche attribuito il salvataggio di Teramo dall’assedio degli Acquaviva nel 1521.

Nel maggio 2007, dopo circa un trentennio, la Sovrintendenza ha restituito al museo del santuario il suo pezzo più importante. Si tratta di un affresco murale molto rovinato, risalente alla seconda metà del XV secolo, della scuola di Carlo Crivelli. Non si sa ancora chi sia l'autore precisamente.

 

Ti potrebbe interessare