I vescovi polacchi sulla protezione dei minori: nessuna negligenza e più sensibilità

Stanisław Gądeck, Presidente della Conferenza episcopale polacca
Foto: EpiskopatNews
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ stata la protezione dei minori il tema principale della sessione del Consiglio permanente dell'episcopato polacco, che si è svolta il 22 maggio a Varsavia.

I Vescovi hanno espresso la loro tristezza per la sofferenza di coloro che sono stati vittime di alcuni ecclesiastici, scusandosi con tutti coloro che sono stati colpiti da questo peccato e nello stesso tempo crimine, come ha detto il presidente della Conferenza episcopale polacca, mons. Stanisław Gądecki.  "Questi argomenti richiedono l'elusione di qualsiasi negligenza e sensibilità ancora maggiore per aiutare le vittime", ha sottolineato il Presidente dell'Episcopato.

Durante la sessione, il Consiglio Permanente dell'Episcopato ha adottato il testo "Sensibilità e responsabilità" nel quale i membri del Consiglio si riferiscono sia alla sofferenza delle vittime sia al modo efficace di rimediare alla pratica esistente di trattare queste questioni. Hanno sottolineato la necessità di denunciare il danno subito agli organi statali competenti e hanno sottolineato il ruolo dei delegati diocesani autorizzati a ricevere rapporti sugli abusi sessuali sui minori - ha affermato l'arcivescovo Gądecki.

 Inoltre, i membri del Consiglio hanno ricevuto con gratitudine il Motu Proprio di Papa Francesco. I vescovi hanno anche apprezzato le attività del Centro di protezione dell'infanzia e le linee guida preparate nelle diocesi e nelle congregazioni religiose in materia di prevenzione. "Hanno apprezzato il lavoro della stragrande maggioranza dei sacerdoti che servono con zelo e generosamente Dio e il popolo. I Vescovi hanno messo in guardia dal trasferire la colpevolezza di particolari chierici a tutti i sacerdoti "- ha sottolineato il Presidente dell'Episcopato.

 Il Consiglio permanente ha anche commissionato la creazione dell'Ufficio del delegato per la protezione dei bambini e della gioventù alla Conferenza episcopale polacca, mentre il Delegato per la protezione dei bambini e della gioventù, l'arcivescovo Wojciech Polak, ha presentato un piano di risposta strutturata alla situazione attuale. Riguarderà, tra l'altro, l'assistenza alle vittime, la prevenzione, gli aspetti legali e la comunicazione.

I lavori sono stati conclusi da un incontro di tutti i vescovi metropolitani, dedicato alla presentazione del nuovo Motu Proprio di Papa Francesco. "I metropoliti hanno ringraziato Papa Francesco per la chiarezza, la coerenza e l'accelerazione del processo di spiegazione di tutte le questioni difficili" - ha riassunto il Presidente dell'Episcopato.

Ti potrebbe interessare