Il 2019 anno di Giubilei nella Chiesa in Polonia, un paese radicato nella fede

In attesa degli eventi del 2020 con il centenario della nascita di Giovanni Paolo II

Il Pellegrinaggio a Jasna Gora
Foto: Episcopato Polacco
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’annuncio della beatificazione del cardinale Wyszyński, decisioni per aumentare la protezione dei bambini e dei giovani, il 100 ° anniversario della Conferenza episcopale polacca con il ripristino delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e la Repubblica di Polonia: questi sono gli eventi più importanti della Chiesa in Polonia nel 2019.

"L'anno 2019 ha portato molti eventi gioiosi, sia per la Chiesa in Polonia che per tutta la nostra patria. Il 3 ottobre 2019, Papa Francesco ha approvato il decreto sulla beatificazione del cardinale Stefan Wyszyński, che si svolgerà il 7 giugno a Varsavia '' - ha affermato il portavoce della Conferenza episcopale polacca, p. Paweł Rytel-Andrianik. E questa non sarebbe stata l'unica beatificazione in Polonia  nel prossimo anno. Il 28 novembre Papa Francesco ha approvato il decreto sul martirio del Servo di Dio, p. Jan Franciszek Macha della Slesia. Questo sacerdote fu decapitato dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale per le sue attività a favore della Polonia e della famiglia ".

Monsignor Rytel-Andrianik ha osservato che nell'ultimo anno l'episcopato polacco ha preso decisioni per aumentare la protezione di bambini e giovani. 'Durante la 382a Assemblea plenaria, i vescovi hanno eletto l'arcivescovo Wojciech Polak come delegato della Conferenza episcopale polacca per la protezione dei bambini e dei giovani. Il suo ruolo è coordinare le attività e comunicare su questioni relative alla protezione dei minori dagli abusi sessuali nella Chiesa. Inoltre, il vescovo ha deciso di stabilire la Fondazione San Giuseppe della Conferenza episcopale polacca. La fondazione deve essere un lavoro di aiuto e supporto per le persone vittime di abusi sessuali durante l'infanzia o la gioventù nella comunità ecclesiale '' - ha affermato il portavoce dell'episcopato polacco.

L'anno scorso è stato il momento di tre importanti giubilei.  “In occasione del centenario della Conferenza episcopale polacca, è stata celebrata una solenne Messa  presieduta dal Cardinale Pietro Parolin, Segretario di Stato della Santa Sede. Un altro importante anniversario è stato il 100 ° anniversario del ripristino delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e la Repubblica di Polonia. Il primo nunzio apostolico nella Polonia rinata fu Achille Ratti, in seguito papa Pio XI. A sua volta, il momento clou del 100 ° anniversario dell'istituzione dell'Ordinariato Militare dell'Esercito Polacco è stata la Messa solenne con la partecipazione dell'Episcopato l'8 ottobre 2019 '' - ha osservato Rytel-Andrianik.

Monsignor Rytel-Andrianik ha anche sottolineato che i numerosi pellegrinaggi di quest'anno a Jasna Góra e le Marce per la Vita sono stati eventi importanti che dimostrano l'attaccamento dei polacchi ai valori fondamentali. "Intere famiglie vi hanno preso parte per esprimere la loro fede e sostenere la vita" - ha detto.

Il portavoce dell'episcopato polacco ha sottolineato che il 2019 si chiude con il 42 ° incontro europeo dei giovani organizzato da Taizé a Breslavia. In questa occasione, Papa Francesco ha rivolto un messaggio ai partecipanti provenienti da circa 70 paesi nel mondo, in cui ha scritto che si può imparare molto dai polacchi che sono rimasti fedeli a Cristo anche quando sono stati tentati di scegliere la via più semplice. Il Santo Padre ha anche sottolineato che la Polonia è un paese radicato nella fede.

Ti potrebbe interessare