Il Beato Clemens August von Galen, il Cardinale antinazista

Morì esattamente 75 anni fa, è stato beatificato da Benedetto XVI nell'ottobre 2005

Il Cardinale Von Galen guida una processione a Munster
Foto: Bundesarchiv
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 22 marzo 1946 moriva il Beato Clemens August von Galen, Cardinale di Santa Romana Chiesa e Vescovo di Münster.

Nato a Dinklage il 16 marzo 1878, dopo aver studiato in Austria presso i Gesuiti, entrò nel seminario di Münster, e venne ordinato presbitero il 28 maggio 1904.

Dopo aver lavorato nella diocesi, divenne parroco a Berlino dal 1919 al 1929, quando divenne parroco a Münster.

Nel 1933 Papa Pio XI lo elesse Vescovo di Münster.

Durante il suo mandato episcopale Von Galen si oppose più volte e pubblicamente al regime nazista, a cominciare dalle violazioni hitleriane al concordato e dal neopaganesimo propugnato dai nazisti. Collaborà con Pio XI alla stesura dell'enciclica Mit brennender Sorge di condanna al nazismo.

Al termine della guerra, Papa Pio XII lo creò cardinale di Santa Romana Chiesa nel concistoro del febbraio 1946, del titolo di San Bernardo alle Terme Diocleziane.

Morì il mese successivo: il 22 marzo 1946.

Il 9 ottobre 2005 è stato beatificato da Papa Benedetto XVI.

"Noi tutti, e in particolare noi tedeschi - disse Benedetto XVI al termine del rito di beatificazione - siamo grati perché il Signore ci ha donato questo grande testimone della fede, che in tempi bui ha fatto splendere la luce della verità e ha mostrato il coraggio di opporsi al potere della tirannide. Più degli uomini egli temeva Dio, che gli ha concesso il coraggio di fare e di dire ciò che altri non osavano dire e fare. Così egli ci dona coraggio, ci esorta a vivere di nuovo la fede oggi e ci mostra anche come ciò sia realizzabile nelle cose semplici e umili e tuttavia grandi e profonde. Rendiamo grazie a Dio per questo grande testimone della fede e preghiamolo affinché ci illumini e ci guidi".

Ti potrebbe interessare