Il Cardinale Falconio: pastore, diplomatico, religioso

Moriva 105 anni fa il porporato francescano che fu Delegato Apostolico negli USA e Prefetto della Congregazione per i Religiosi

Il futuro Cardinale Diomede Falconio
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L'8 febbraio 1917 - 105 anni fa - moriva il Cardinale Diomede Falconio, francescano e diplomatico: era nato il 20 settembre 1842 a Pescocostanzo.

Nato Angelo Raffaele Gennaro, mutò il nome in Diomede dopo aver essere stato ammesso nell'Ordine Francescano nel 1860.

Nel 1865 fu trasferito negli Stati Uniti per insegnare a New York, frattanto venne ordinato presbitero a Buffalo nel 1866. Cinque anni dopo divenne vicario generale della Diocesi di Terranova, in Canada.

Rientrato in Italia, tra il 1884 e il 1889 fu Provinciale dei Francescani di Abruzzo. Successivamente divenne procuratore generale dell'ordine.

Leone XIII nel 1892 lo elegge Vescovo di Lacedonia. Tre anni dopo venne promosso Arcivescovo di Acerenza e Matera.

Lo stesso Leone XIII nel 1899 lo chiama nei ranghi della diplomazia, inviandolo in Canada come Delegato Apostolico. Nel 1902 fu scelto quale Delegato Apostolico negli Stati Uniti.

Il 27 novembre 1911 Papa Pio X lo annoverò nel collegio cardinalizio, assegnandogli il titolo presbiterale di Santa Maria in Ara Coeli.

Nel 1914 venne promosso all'Ordine dei Vescovi, della Chiesa suburbicaria di Velletri.

Il 26 febbraio 1916 Benedetto XV lo  nominò Prefetto della Congregazione per i Religiosi: morì un anno dopo, l'8 febbraio 1917 a 74 anni. 

Ti potrebbe interessare