Il Cardinale Grech chiede alle comunità monastiche di pregare per il Sinodo

Il Cardinale Mario Grech, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, nel giorno in cui la Chiesa ricorda Santa Agostino, invia una lettera a tutte le comunità monastiche

Un gruppo di suore che prega
Foto: http://www.synod.va/
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Cardinale Mario Grech, Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi, nel giorno in cui la Chiesa ricorda Santa Agostino, invia una lettera a tutte le comunità monastiche. A poco più di un mese dall’apertura ufficiale del prossimo Sinodo dei vescovi sul tema "Per una Chiesa sinodale: comunione, partecipazione e missione", il Cardinale Grech chiede ai religiosi e religiose del mondo intero di pregare per il processo sinodale che si concluderà nell’ottobre 2023.

La lettera si sofferma su tre parole-chiavi della vita monastica e contemplativa, l’ascolto, la conversione e la comunione, e vuole testimoniare l’importanza della preghiera nel processo sinodale.

Per il Cardinale Grech "la preghiera apre i cuori". "Apre l’orecchio a un ascolto che è più che un sentire e ci rende attenti all’azione dello Spirito nelle nostre vite. Non vi è vero discernimento senza preghiera”.

La parola ascolto per il Segretario Generale del Sinodo dei Vescovi è importante in quanto la nostra vita deve essere un continuo ascolto "di se stessi, degli altri, di Dio". La parola conversione è fondamentale perchè "un vero cammino sinodale non può prescindere dalla disponibilità a lasciarci convertire dall'ascolto della Parola e dell'azione dello Spirito Santo nella nostra vita". Infine la terza parola per il Cardinale Grech riportata nella lettera è comunione. "La vostra vita è testimonianza anche di questo: la meta dell'ascolto e della conversione è la comunione".

Sul sito synod.va ad accompagnare la lettera, ci sono anche una serie di video con riflessioni e testimonianze su come l’ascolto è compreso ed è vissuto all’interno di alcune comunità e tradizioni monastiche.

 

Ti potrebbe interessare