Il Cardinale Tomasek, fedeltà oltre la persecuzione

30 anni fa moriva il porporato che guidò Praga fino a dopo la Rivoluzione di Velluto

Il Cardinale František Tomášek
Foto: Wikicommons
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il 4 agosto 1992 moriva a Praga il Cardinale František Tomášek, Arcivescovo emerito di Praga.

Nato a Studénka il  30 giugno 1899,  venne ordinato presbitero il 5 luglio 1922. 

Dopo aver prestato servizio come sacerdote a Olomouc, Papa Pio XII nel 1949 lo ha eletto vescovo titolare di Buto nominato ausiliare di Olomouc.

Perseguitato dal regime comunista cecoslovacco, fu condannato dal 1951 al 1954 ai lavori forzati.

Nel 1965 Papa Paolo VI lo promosse Amministratore Apostolico di Praga.  Nel 1977 venne promosso Arcivescovo metropolita della capitale cecoslovacca. Un anno prima Paolo VI si riservò il suo nome come cardinale in pectore, venne pubblicato nel concistoro del 27 giugno 1977, del titolo dei Santi Vitale, Valeria, Gervasio e Protasio.

L'anno successivo prese parte ai due conclavi che elessero Giovanni Paolo I e Giovanni Paolo II.

Rimase in carica come Arcivescovo di Praga fino al 1991, e fu testimone della caduta del regime comunista.

Dal 1990 al 1991 fu anche Presidente della Conferenza Episcopale Cecoslovacca.

E' morto a 93 anni, il 4 agosto 1992.

Ti potrebbe interessare