Il Papa a Cuba e negli USA, P. Lombardi illustra il viaggio

Padre Federico Lombardi, SJ
Foto: Marco Mancini AciStampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ il decimo viaggio apostolico internazionale quello che Papa Francesco si appresta a compiere a Cuba, negli Stati Uniti e alle Nazioni Unite, dal 19 al 28 settembre prossimi. Lo ha ricordato Padre Federico Lombardi, Direttore della Sala Stampa della Santa Sede, nel briefing di stamane con i giornalisti.

Il Papa è atteso a L’Avana dove domenica 20 settembre celebrerà la Messa in Plaza de la Revolucion – amministrando la Prima Comunione  a cinque bambini – poi la visita di cortesia al Presidente Raul Castro, i vespri con i religiosi e i seminaristi e l’incontro con i giovani. Padre Lombardi ha precisato inoltre che un incontro “tra il Papa e Fidel Castro è del tutto verosimile”.

Il 21 Francesco farà tappa a Holguin, città mai visitata da un Papa. Nel pomeriggio il trasferimento a Santiago dove vedrà i Vescovi cubani per pregare davanti alla Virgen de la Caridad. Martedì 22 prevista la Messa e l’incontro con le famiglie e la partenza alla volta degli Stati Uniti.

A Washington il Papa sarà accolto dal Presidente degli Stati Uniti Barack Obama e l’incontro ufficiale tra i due si terrà la mattina del 23 settembre alla Casa Bianca. Qui Papa Francesco parlerà in inglese. Contemporaneamente il Cardinale Parolin sarà ricevuto dal Segretario di Stato americano John Kerry. Successivamente il Pontefice si intratterrà con i Vescovi degli Stati Uniti per poi celebrare la Messa di Canonizzazione del Beato P. Junipero Serra nel Santuario Nazionale dell’Immacolata Concezione a Washington.

La mattina del 24 il Papa sarà accolto al Congresso degli Stati Uniti, dove terrà un discorso. Poi la visita al Centro Caritativo della Parrocchia di St Patrick e incontro con i senzatetto a cui seguirà la partenza in aereo per New York dove, in serata, reciterà Vespri con Clero, Religiosi e Religiose nella Cattedrale di S. Patrizio.

Nella prima mattinata di venerdì 25 Papa Francesco parlerà all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, poi il trasferimento a Ground Zero, al memoriale dell’11 settembre. Nel pomeriggio prima la visita alla Scuola “Nostra Signora, Regina degli Angeli” e incontro con bambini e famiglie di immigrati ad Harlem, poi la Messa al Madison Square Garden.

Sabato 26 partenza per Philadelphia per partecipare all’ VIII Incontro Mondiale delle Famiglie. Il primo appuntamento sarà la Messa alle 10,30 con Vescovi, Clero, Religiosi e Religiose della Pennsylvania nella Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo. Alle 16,45 Francesco parteciperà all’incontro per la Libertà Religiosa con la comunità ispanica e altri immigrati nell’Independence Mall. In serata, infine, il Papa aprirà la Festa delle Famiglie e la veglia di preghiera al Benjamin Franklin Parkway.

La domenica, ultimo giorno del viaggio apostolico, Papa Francesco incontrerà i Vescovi partecipanti all’Incontro delle Famiglie, poi la visita ai detenuti nel carcere  Curran-Fromhold e la celebrazione della Messa conclusiva dell’VIII Incontro Mondiale delle Famiglie nel Benjamin Franklin Parkway. Prima di ripartire per Roma, Francesco saluterà il comitato organizzatore, ai volontari e ai benefattori nell’Aeroporto Internazionale di Philadelphia.

Previsti in totale – ha fatto sapere Padre Lombardi – 26 discorsi, di cui 4 in lingua inglese. All’Onu il Papa parlerà in spagnolo. Nessuna particolare preoccupazione per la sicurezza, che sarà comunque elevata soprattutto negli Stati Uniti per la 70/ma Assemblea Generale dell’Onu. Ad accompagnare il Pontefice questa volta ci sarà anche il Segretario per i Rapporti con gli Stati Mons. Gallagher, mentre la dipendente scelta per viaggiare con il Papa questa volta sarà la mosaicista Valentina Ambrosi.

Ti potrebbe interessare