Il Papa a Milano, un “Filo Colorato” per lui

Le ragazze del "Filo Colorato" all'opera nei loro laboratori
Foto: pagina facebook "Il Filo colorato di San Vincenzo"
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Una Madonnina che è presso la parrocchia, restaurata, che viene dalle vecchie case popolari. E una stola. Sono i due doni che Papa Francesco riceverà durante la sua visita alle Case Bianche a Milano. E la stola ha una storia particolare, perché nasce da un’opera di misericordia.

All’inizio dell’Anno Santo Straordinario della Misericordia, Papa Francesco aveva chiesto che ogni diocesi desse un segno concreto della misericordia. E la parrocchia di San Galdino, quella che gestisce il “Lotto 64” (così viene chiamata la zona di Case Bianche) ha fatto una cooperativa.

La cooperativa si chiama “Il filo colorato di San Vincenzo”, nasce con un autofinanziamento della parrocchia e della Società San Vincenzo de’ Paoli (da qui il nome), ed ha il motto “Ricuciamo la nostra vita”. È un laboratorio di sartoria, che impiega part time due sarte e due ragazze che stanno imparando i rudimenti del mestiere.

Saranno loro a confezionare la stola che sarà donata a Papa Francesco.

Poi ci sarà un terzo dono: le piccole sorelle di Charles de Foucauld, che vivono a case bianche, stanno raccogliendo in ogni casa popolare uno scritto da parte delle famiglie. Ne faranno una piccola raccolta, da consegnare poi a Papa Francesco. Sarà così che la voce delle Case Bianche arriverà dal Papa.

Ti potrebbe interessare