In Polonia il Santuario di Krzeptówki celebra la settima apparizione di Fatima

La meno conosciuta tra le apparizioni ai Pastorelli

Sanctuary in Krzeptówki
Foto: fr. Krzysztof Czapla SAC
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Abbiamo celebrato solennemente il centenario delle apparizioni di Fatima nel 2017. Il 15 giugno 2021 sono trascorsi 100 anni dalla cosiddetta settima apparizione della Madonna a Fatima, poco conosciuta. Ha raccontato i dettagli al portale polacco polskifr.fr p. Krzysztof Czapla SAC – Direttore del Segretariato di Fatima al Santuario di Krzeptówki, a Zakopane.

La settima apparizione della Madonna a Fatima, sebbene meno conosciuta delle precedenti sei, è stata annunciata da Maria già all'inizio delle apparizioni.

“Ne siamo a conoscenza fin dall'inizio delle apparizioni. Stiamo parlando di qualcosa che è stato annunciato da Maria, e non di contenuti che abbiamo scoperto anni dopo. Maria lo aveva annunciato al primo incontro” – ha ricordato Don Krzysztof Czapla.

Il 13 ottobre 1917 ebbe luogo l'ultima delle sei famose apparizioni di Fatima. Nel 1919 morì Francesco Marto, un anno dopo Giacinta, due dei tre veggenti di Fatima. E' rimasta in vita la loro cugina maggiore, Lucia dos Santos. Lucia si ricordò che Maria le aveva affidato la missione di annunciare il messaggio di Fatima, e per questo doveva imparare a leggere e scrivere. Grazie all'aiuto del direttore spirituale, don Manuel Nunes Formigao e i suoi amici benestanti, ci fu l'opportunità per Lucia di partire e di istruirsi a Lisbona. Tuttavia, il vescovo locale dispose diversamente. Non voleva che Lucia andasse a Lisbona, perché ci sarebbe stata una crescente attenzione su di lei e sulle apparizioni che sarebbero state scomode per le autorità portoghesi. Era necessario calmare un po' le acque. La Gerarchia della Chiesa consigliò a Lucia di recarsi in qualche luogo, di cui nessuno venisse a conoscenza.

Don Krzysztof Czapla, ha raccontato che Lucia ha vissuto una sorta di crisi spirituale in quel periodo. Sospettava che non sarebbe mai tornata nella sua amata Fatima. Si lamentava con la Madonna che non poteva più sopportare questo sacrificio.

Don Czapla ha affermato che Lucia, “andando in questi luoghi legati alle apparizioni, al cimitero dove giaceva suo padre, è giunta anche a Cova da Iria, dove avvennero le apparizioni. Fu lì in questo momento di crisi che stava vivendo, il 15 giugno 1921, che Maria venne, le mise una mano sulla spalla e disse: 'Vengo per la settima volta. Segui la strada che ti indica il vescovo, perché questa è la volontà di Dio». In quel momento la ribellione interna di Lucia ha lasciato il posto alla decisione della la ragazza di voler realizzare pienamente la volontà di Dio, che aveva già accettato anni prima. E così è stato”.

Il messaggio di Fatima è ancora valido? Don Krzysztof Czapla non ha dubbi che lo sia. “Fatima è la via per salvare i peccatori dall'Inferno, da quella che è la più grande tragedia dell'uomo. Finché ci sarà anche un solo peccatore nel mondo, Fatima sarà attuale. Abbiamo il dovere di salvare il nostro prossimo in spirito di amore. La Madonna dona una medicina specifica: la devozione al suo Cuore Immacolato” – ha sottolineato il direttore del Segretariato di Fatima. "Poiché ci sono peccatori, non dobbiamo condannarli, ma salvarli" – ha aggiunto don Czapla.

In questo contesto è particolarmente importante la devozione dei primi cinque sabati del mese, che Maria ha chiesto di praticare. Ogni credente è anche invitato ad offrirsi al Cuore Immacolato di Maria (per esempio, sull'esempio di S. Luigi Maria Grignion de Montfort) affinché la salvezza dei peccatori porti un più grande frutto. Inoltre, nel Cuore di Maria si può trovare difesa contro l'azione del male, al quale sono particolarmente esposti coloro che si sacrificano per salvare i peccatori. “Il mio Cuore Immacolato non ti abbandonerà mai, sarà sempre con te, sarà il tuo rifugio e la via che ti condurrà a Dio” – don Czapla ha ricordato le parole di Maria a Lucia, rilevando che sono diretti anche a ciascuno di noi.

Il direttore del Segretariato di Fatima ha sottolineato che Maria fa promesse straordinarie per l'adempimento delle sue richieste: consacrazione al suo cuore, compensazione per i peccati del mondo. Poi ci sarà la conversione della Russia, tempo di pace e di trionfo del suo Cuore Immacolato. L'adempimento dei desideri di Maria porterà la salvezza non solo a coloro che li realizzeranno, ma anche al mondo intero.

Il santuario di Krzeptówki a Zakopane (Polonia meridionale) è un voto di gratitudine per il miracolo della salvezza della vita del Santo Padre Giovanni Paolo II il 13 maggio 1981. Questo luogo è il centro del culto di Fatima in Polonia. Qui è attivo anche il Segretariato di Fatima, che anima la devozione di Fatima, ha coordinato la Grande Novena di Fatima, e ora gestisce, tra l'altro La crociata unintenzionale (sekretariatfatimski.pl).

Ti potrebbe interessare