La celebrazione della Giornata mondiale del malato a Nazarteh

La locandina della Giornata
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Questo pomeriggio la basilica dell’ Annunciazione a Nazareth ha ospitato la celebrazione della XXIV Giornata Mondiale del Malato. La messa è stata presieduta a nome del Papa dal presidente del Pontificio Consiglio per la pastorale della salute Zygmunt Zimowski.

Nella omelia l’arcivescovo ha detto che a Nazareth si impara “ad osservare ad ascoltare a meditare”.

Zimowski ha anche levato un appello alla condivisione e alla solidarietà : “L’uomo soffre in diversi luoghi” dobbiamo essere consapevoli che “l’importante è andare e stare accanto all’uomo che soffre”, perché “egli, forse, più che della guarigione, ha bisogno della presenza dell’uomo, del cuore umano pieno di misericordia, dell’umana solidarietà”.

É da Maria, ha spiegato l’arcivescovo Zimowski, che bisogna apprendere la premura per l’altro e, in particolar modo, per l’altro sofferente. La giornata mondiale del malato celebrata in Terra Santa, assume quest’anno anche un ulteriore significato legato proprio al giubileo della misericordia.

Una occasione anche di incontro con le altre religioni per eliminare ogni forma di chiusura, di violenza e di discriminazione.

Ti potrebbe interessare