La Diocesi di Roma: XIII Prefettura, da Tor di Quinto a Prima Porta

Il viaggio di ACI Stampa alla scoperta delle 36 prefetture della Diocesi di Roma

La parrocchia della Gran Madre di Dio
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La XIII Prefettura della Diocesi di Roma costituisce con le sue 14 parrocchie parte del Settore Nord ed insiste nei territori dei quartieri Labaro, Prima Porta, Tomba di Nerone, Grottarossa, Tor di Quinto e della Vittoria.

Nella zona di Labaro, dal 1975, si trova la parrocchia di Sant’Alfonso de’ Liguori. La chiesa fu inaugurata nel 2000, è affidata al clero diocesano.

Nella stessa zona vi è anche la parrocchia di San Crispino da Viterbo, eretta nel 1983. La cura pastorale è affidata al clero diocesano.

Restando al Labaro si incontra la parrocchia di San Melchiade. Eretta nel 1959 per volontà dell’allora Cardinale Vicario Micara, è affidata al clero diocesano.

Nel quartiere di Prima Porta si trova invece la parrocchia dei Santi Elisabetta e Zaccaria. Parrocchia dal 1985, è affidata al clero diocesano.

Sempre a Prima Porta vi è la parrocchia dei Santi Urbano e Lorenzo. La parrocchia fu annessa dalla Diocesi di Roma nel 1945 dal territorio della Diocesi suburbicaria di Porto-Santa Rufina. E’ affidata all’Ordine di San Paolo primo eremita.

Nei pressi della Tomba di Nerone vi è la parrocchia di Sant’Andrea Apostolo. Eretta nel 1941 per decreto dell’allora Cardinale Vicario Francesco Marchetti Selvaggiani, è affidata ai Padri Dottrinari.

Sorge nello stesso quartiere la parrocchia di San Filippo Apostolo. Eretta come parrocchia nel 1962, è affidata ai Vocazionisti.

Restiamo in zona Tomba di Nerone per imbatterci nella parrocchia di San Giuliano. Eretta alla fine del 1980, la cura pastorale è affidata al clero diocesano. La chiesa è una diaconia, assegnata al Cardinale Kevin J. Farrell.

Nella zona di Grottarossa si trova la parrocchia di Santa Maria Immacolata. La parrocchia fu eretta nel 1937. Affidata al clero diocesano, è titolo cardinalizio il cui titolare è il Cardinale polacco Henryk Gulbinowicz.

Nel quartiere di Tor di Quinto ecco la parrocchia di San Gaetano. Eretta nel 1962, è affidata ai Padri Teatini.

Ancora a Tor di Quinto si trova anche la parrocchia del Preziosissimo Sangue di Nostro Signore Gesù Cristo. La parrocchia è stata eretta nel 1962 e la cura pastorale è affidata al clero diocesano. Titolo presbiterale, è assegnata al Cardinale kenyota John Njue.

Anche la parrocchia di Santa Rosa da  Viterbo insiste nel territorio del quartiere di Tor di Quinto. Parrocchia dal 1962, è affidata al clero diocesano.

In piazza dei Giochi Delfici, nel quartiere Della Vittoria, ecco la parrocchia di Santa Chiara. Costruita tra il 1960 ed il 1963, è affidata la clero diocesano ed è titolo presbiterale assegnato al Cardinale bosniaco Vinko Pulijc.

Sempre in zona Della Vittoria, infine, si trova la parrocchia della Gran Madre di Dio. Eretta nel 1933, la chiesa venne consacrata nel 1937. Affidata al clero diocesano, la chiesa è titolo cardinalizio assegnato al Cardinale Angelo Bagnasco.

Ti potrebbe interessare