La Diocesi di Roma: XXVIII Prefettura, tra Acilia e Vitinia

Il viaggio di ACI Stampa alla scoperta delle 36 prefetture della Diocesi di Roma

La parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Agonizzante
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ ancora il Settore Sud della Diocesi di Roma quello che comprende la XXVIII Prefettura, composta da 10 parrocchie che si estendono sui territori di Acilia, Vitinia, Mezzocammino e Malafede.

Ad Acilia sorge la parrocchia dei Santi Cirillo e Metodio. Eretta nel 1989, è affidata al clero diocesano.

Sempre ad Acilia ecco la parrocchia di San Francesco d’Assisi. Eretta nel 1954 con decreto dell’allora Cardinale Vicario Clemente Micara, è affidata al clero diocesano. La chiesa è titolo cardinalizio, assegnato al Cardinale sudafricano Fox Napier.

Nella medesima zona si trova la parrocchia di Santa Maria del Ponte e San Giuseppe. Eretta nel 1985, è affidata al clero diocesano.

Ancora ad Acilia troviamo la parrocchia di Santa Maria Regina dei Martiri a Via Ostiense. Eretta nel 1963, è affidata alla Società del Divin Salvatore.

Restando ad Acilia si incontra anche la parrocchia di San Maurizio Martire. Eretta nel 1978 per volere dell’allora Cardinale Vicario Ugo Poletti, la cura pastorale è affidata alla Congregazione della Resurrezione di Nostro Signore Gesù Cristo.

Acilia vede anche nel suo territorio la presenza della parrocchia di San Pier Damiani. Eretta nel 1962, è affidata al clero diocesano. La chiesa è una diaconia, elevata pro hac vice a titolo presbiterale assegnato al Cardinale Agostino Vallini.

A Vitinia sorge la parrocchia del Sacro Cuore di Gesù Agonizzante. Eretta nel 1955, è affidata al clero diocesano. La chiesa è titolo cardinalizio, assegnato al Cardinale indiano Toppo.

Nella zona di Mezzocammino si trova la parrocchia di San Giovanni XXIII. Eretta nel 2006, la cura pastorale è affidata al clero diocesano.

A Castelporziano sorge la parrocchia di Santa Maria del Soccorso e San Filippo Neri. In un primo momento vi hanno lavorato i Frati Cappuccini poi i sacerdoti della Pia Società di S. Paolo e ora il clero diocesano.

Nel quartiere di Malafede, infine, ecco la parrocchia di San Pio da Pietrelcina. Eretta nel 2001 per volere dell’allora Cardinale Vicario Camillo Ruini, la cura pastorale è affidata al clero diocesano.

Ti potrebbe interessare