La Diocesi di Roma: XXXVI Prefettura, da Ottavia alla Tomba di Nerone

Il viaggio di ACI Stampa alla scoperta delle 36 prefetture della Diocesi di Roma

La parrocchia di Santa Maddalena di Canossa
Foto: Parrocchia di Santa Maddalena di Canossa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La XXXVI – ed ultima – Prefettura della Diocesi di Roma è inserita nel Settore Ovest ed è composta da 8 parrocchie. I territori interessati sono quelli di Ottavia e della Tomba di Nerone.

Ad Ottavia sorge la parrocchia di Sant’Andrea Avellino. Eretta nel 1981 per volere dell’allora Cardinale Vicario Ugo Poletti, è affidata al clero diocesano.

Rimanendo in zona, si incontra la parrocchia di Santa Brigida di Svezia. Eretta nel 1983, è affidata alla Congregazione dello Spirito Santo.

Ancora ad Ottavia si trova la parrocchia di Sant’Ilario di Poitiers. Eretta nel 1977, la cura pastorale è affidata al clero diocesano.

La parrocchia di Santa Maddalena di Canossa, ad Ottavia, è stata eretta nel 1988 per volere dell’allora Cardinale Vicario Ugo Poletti. E’ affidata ai Padri Canossiani.

Nella stessa zona sorge la parrocchia di San Massimo. Eretta nel 1983, la cura pastorale è affidata al clero diocesano.

L’ultima parrocchia della zona di Ottavia è quella dei Santi Ottavio e compagni martiri. Eretta nel 1950 con decreto dell’allora Cardinale Vicario Marchetti Selvaggiani, è affidata alla Congregazione di San Michele Arcangelo.

Spostandosi nella zona della Tomba di Nerone si trova la parrocchia di Nostra Signora di Fatima. Eretta nel 1975, la cura pastorale è affidata al clero diocesano.

Anche la parrocchia di San Bartolomeo Apostolo sorge presso la Tomba di Nerone. Eretta nel 1964, è affidata ai Missionari Identes.  

Ti potrebbe interessare