La FIGC sostiene l’Ospedale Bambino Gesù: al via la raccolta fondi

Chiellini con la maglia solidale
Foto: Ufficio Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L'attenzione alle tematiche sociali rappresenta una caratteristica distintiva per la FIGC ( Federazione Italiana Gioco Calcio) che ha sempre ritenuto la responsabilità sociale un fattore trasversale riguardante tutte le politiche adottate, così da veicolare, attraverso il calcio, la promozione di valori positivi nella società. In continuità con quanto fatto negli anni, la FIGC ha scelto di affiancare e sostenere l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Le attività previste dall’accordo sono state presentate al Centro Tecnico Federale di Coverciano nel corso di una conferenza stampa alla quale sono intervenuti il Presidente della FIGC Gabriele Gravina, l’Assessore del dicastero per la comunicazione della Santa Sede Monsignor Dario Viganò, il Direttore Generale dell’Ospedale Pediatrico “Bambino Gesù” Ruggero Parrotto, il Ct della Nazionale Roberto Mancini insieme ai calciatori Giorgio Chiellini e Leonardo Bonucci.

“Abbiamo definito con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e in accordo con la Santa Sede – ha commentato il Presidente della FIGC Gabriele Gravina - una partnership di cui siamo onorati, in considerazione del ruolo sociale oltre che sportivo del calcio, dell’importanza dell’attività svolta dall’OPBG, uno dei poli pediatrici più importanti d'Europa, della tensione dell’Istituto verso la solidarietà e l'eccellenza, dello straordinario impegno professionale e umano del personale medico-ospedaliero che da 150 anni è al servizio di chi ne ha più bisogno”.

“Sono particolarmente contenta di questa collaborazione – afferma la presidente del Bambino Gesù, Mariella Enoc, impossibilitata per precedenti impegni a presenziare alla conferenza – perché so quanto siano importanti il mondo del calcio e i suoi atleti per i nostri piccoli. Quando uno dei loro beniamini arriva in visita in ospedale i visi dei bambini si illuminano e dimenticano per un attimo malattie e terapie per essere solo dei tifosi sfegatati. Se è vero che la cura è un “gioco di squadra”, anche il contributo di calciatori, allenatori e dirigenti calcistici può essere determinante per affrontare le malattie e segnare il gol della guarigione”.

La collaborazione tra la FIGC e l’OPBG si svilupperà nei prossimi mesi e consisterà in tre momenti principali, a cominciare dalla giornata odierna nella quale una delegazione dall’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù composta da pazienti, medici e infermieri ha vissuto una giornata con la Nazionale.

Per contribuire alle attività di raccolta fondi promossa dal “Bambino Gesù” si può donarte attraverso il numero solidale 45535.

Ti potrebbe interessare