La Pontificia Università Gregoriana celebra il suo Patrono San Roberto Bellarmino

L'evento accademico più significativo sarà a novembre

La tomba di San Roberto Bellarmino
Foto: PUG
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La Università Gregoriana celebra oggi San Roberto Bellarmino, suo patrono,  nel IV centenario anniversario della morte. Santo, dottore della Chiesa, insigne figura della Compagnia di Gesù, professore e rettore del Collegio Romano, della quale la Pontificia Università Gregoriana è erede e continuatrice. 

Questo centenario offrirà l’occasione per ripensare una personalità chiave della Chiesa cattolica fra Cinque e Seicento, attore di primo piano in controversie quali il “caso Galilei”, nonché il suo contributo alla storia del pensiero, alla teologia e alle vicende politiche e religiose nel complesso periodo della Controriforma. L’Archivio Storico della Gregoriana conserva infatti una ricca documentazione epistolare manoscritta, oggetto di un accurato lavoro di digitalizzazione sulla piattaforma web gate.unigre.it

Le celebrazioni si aprono oggi presso la chiesa di Sant’Ignazio in Campo Marzio (Roma), dove riposa il corpo del santo. Alle ore 18:00 si svolg il concerto della Banda dei Carabinieri in Piazza Sant’Ignazio, mentre alle 18:30 avrà luogo la celebrazione eucaristica presieduta da P. Nuno da Silva Gonçalves S.J., Rettore della Pontificia Università Gregoriana. Seguirà un breve concerto animato dall’Associazione musicale “Il Coro del Lunedì”.

L’appuntamento accademico più rilevante avrà invece luogo alla Gregoriana dove, dal 17 al 19 novembre 2021, si svolgerà il convegno internazionale "Ripensare Bellarmino tra teologia, filosofia e storia". Patrocinato dalle Diocesi e dai Comuni di Montepulciano e di Capua, dove Bellarmino ebbe rispettivamente i natali e svolse il proprio ministero episcopale, il convegno è sponsorizzato dalla Fairfield University (Connecticut) e dalla Gregorian University Foundation. Il comitato scientifico è composto dai professori Nuno da Silva Gonçalves S.J., Scott Brodeur S.J., Massimo Carlo Giannini, Martín M. Morales S.J., Henryk Pietras S.J., Nicolas Steeves S.J. e Dario Vitali. Nella scelta degli argomenti si è privilegiata la volontà di approfondire e aggiornare le questioni maggiormente dibattute dalla storiografia, proponendo al contempo aspetti rimasti finora in secondo piano, come il lavoro esegetico-teologico, la spiritualità o l’influenza di Bellarmino sulla teologia successiva e sulla stessa Compagnia di Gesù. Si cercherà così di suggerire nuovi spunti di riflessione in merito all’eredità di una figura certamente complessa e sfaccettata, fornendo chiavi di lettura per una presentazione integrale del Bellarmino.

Le iscrizioni sono aperte a partire dal 1° settembre sul sito www.unigre.it.

Biografia di san Roberto Bellarmino: https://www.unigre.it/it/la-gregoriana/57/roberto-bellarmino-gesuita-intellettuale-e-santo/

Bellarmino nell'Archivio storico della Gregoriana: https://www.unigre.it/it/la-gregoriana/57/roberto-bellarmino-nellarchivio-storico-della-gregoriana/

Il programma del Convegno: https://www.unigre.it/it/eventi-e-comunicazione/eventi/calendario-eventi/ripensare-bellarmino-tra-teologia-filosofia-e-storia/

Ti potrebbe interessare