La spiritualità dell'Ordine del Santo Sepolcro, profumo dell'unguento

Un libro del Gran Maestro dell'Ordine Equestre del Santo Sepolcro il Cardinale Filoni

Un dettaglio della copertina del libro
Foto: LEV
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

“Non di rado i Membri dell’Ordine del Santo Sepolcro di Gerusalemme pongono la domanda se la partecipazione a questa antica e nobile Istituzione implichi una propria “spiritualità”.

La questione è pertinente giacché non si tratta di un Ordine cavalleresco semplicemente onorifico; al contrario, è un’entità attiva e vitale con responsabilità e impegni che via via furono a essa affidati dai Pontefici che lo riorganizzarone (…)È l’Ordine stesso a dare primaria importanza alla vocazione alla santità dei suoi membri e aspira a essere strumento di sviluppo e di approfondimento per il progresso spirituale di ognuno nell’ambiente in cui la fede è praticata e vissuta nei suoi contenuti”.

É quanto scrive il cardinale  Fernando Filoni, Gran Maestro dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme nella introduzione del libro di spiritualità.

E tutta la casa si riempì del profumo dell’unguento. Per una spiritualità dell’Ordine del Santo Sepolcro (pag. 88; Euro 8,00) è un libro sulla spiritualità dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. In queste pagine il Gran Maestro, cardinale Fernando Filoni, riflette su quali siano il progetto di vita, le convinzioni, i valori e le scelte proprie di un Cavaliere e di una Dama.

“È l’Ordine stesso a dare primaria importanza alla vocazione alla santità dei suoi membri e aspira a essere strumento di sviluppo e di approfondimento per il progresso spirituale di ognuno nell'ambiente in cui la fede è praticata e vissuta nei suoi contenuti”, scrive il cardinale Filoni nell'introduzione. Papa Francesco, parlando ai membri di questa Istituzione Pontificia, li spronava a “non dimenticare che lo scopo principale del vostro Ordine risiede nella crescita spirituale dei suoi membri. Pertanto, qualsiasi successo delle vostre iniziative non può prescindere da adeguati programmi formativi religiosi rivolti a ciascun Cavaliere ed a ciascuna Dama, affinché consolidi il proprio imprescindibile rapporto con il Signore Gesù, soprattutto nella preghiera, nella meditazione delle Sacre Scritture e nell'approfondimento della dottrina della Chiesa”.

Il volumetto è diviso in due parti, la prima dedicata alla dimensione biblica: A Betania: un gesto per sempre; La Croce e la morte di Gesù; I personaggi; Il sepolcro vuoto; La risurrezione; Pace a voi! Un messaggio per tutti; Emmaus: dalla parte dei Discepoli: Nella barca con Pietro; Al pozzo di Giacobbe; Acqua per non avere più sete.

La seconda parte è dedicata alla dimensione ecclesiologica: La grazia battesimale; Gesù, la Parola di Dio; Affidamento: preghiera ed; Eucaristia; Il mistero della carità; Una realtà ecclesiale; Il magistero della Chiesa e l’Ordine; Il suo nome era Maria;  «Poi li condusse fuori verso Betania e, alzate le mani, li benedisse»

Ti potrebbe interessare