La tredicina di Sant'Antonio da Padova, il programma e le novità

Sant' Antonio
Foto: Sant'Antonio.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Iniziano domani a Padova gli appuntamento della Tredicina di preparazione alla Festa del Santo frate antonio: “l’incontro con l’altro” è il tema della tredicina 2019 come il Giugno Antoniano, dedicato a due incontri avvenuti 800 anni fa ma ancora oggi di forte e significativa attualità: quello tra san Francesco e il sultano d’Egitto e quello di sant’Antonio con dei francescani, martiri in Marocco.

“Sant’Antonio - spiega padre Oliviero Svanera, Rettore della Basilica di Sant’Antonio - ha visto tornare a Coimbra le spoglie dei frati martiri rientrate dal Marocco nel gennaio del 1220. Quindi si presume che li abbia conosciuti nel 1219. Questo per Sant’Antonio è stato un incontro che ha segnato la sua vita e la sua storia  personale: nel 1220 si fa frate e nel 1221 parte iniziando la sua avventura umana e spirituale”.

La grande devozione a Sant’ Antonio  per padre Svanera è proprio nella passione del santo per il dialogo,  “la Chiesa gli ha affidato il compito di mediare, attraverso l’annuncio, attraverso la predicazione sapiente, con quella frangia ereticale in particolare di catari e albigesi, di cui è rimasto ricordo in tanti Suoi miracoli e che ha originato suoi viaggi. La sua predicazione colta ha cercato di riconquistare alla Chiesa tutto quel mondo, grazie alla presenza di frati che potessero essere significativi anche per la loro vita esemplare.  

Ma al di là di questi aspetti, la gente “vede” prima di tutto il Bambino Gesù in braccio a Sant’Antonio e questa immagine lo avvicina a Maria che tiene in braccio il Suo Bambino. E se ne coglie la dimensione di presenza, tenerezza, vicinanza, indulgenza, misericordia… Una trasposizione molto chiara che porta ogni devoto a vedere il Santo come un “Cristo” che ti passa accanto, che guarisce, che tocca i cuori, che commuove, che è presente e che si fa vicino. Ogni devoto lo sente così, come un amico, come un altro Gesù, a cui chiedere intercessione.”

IPur seguendo il consueto programma liturgico-devozionale, la Tredicina di preparazione alla festa del Santo si arricchisce quest’anno di alcune novità.

Per ogni giorno di Tredicina padre Mario Conte, frate della Basilica del Santo e direttore editoriale del Messenger of Saint Anthony, presenterà 13 video-meditazioni intitolate "Il Santo dei Miracoli – Ieri, oggi, sempre". Storie che sarebbero potute capitare ad ognuno di noi. Sono storie vere, raccontate ai frati da coloro che le hanno vissute con in comune l’intercessione di sant'Antonio.

Per la prima volta in Basilica durante la Tredicina  il cardinale Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, Presidente della CEI nella giornata di Domenica 9 Giugno, Solennità di Pentecoste alle 18.00

Moltissimi i pellegrini che già affollano la basilica.

Durante lo scorso anno sono giunti in Basilica molti più devoti, da più parti del mondo, ma con meno pellegrinaggi organizzati.

Nella Cappella della Reliquie nel 2018 sono transitate 1.215.961.

Con venerdì 31 maggio, contestualmente alla conclusione del mese mariano, iniziano le tradizionali celebrazioni quotidiane legate alla Tredicina di preparazione alla Solennità del Santo.

Ti potrebbe interessare