L’Arcivescovo di Milano è il capitano delle Olimpiadi degli Oratori, le “Oralimpics”

L'Arcivescovo di Milano Delpini
Foto: Chiesa di Milano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’Arcivescovo di Milano, Mario Delpini, ha ricevuto una fascia di capitano molto speciale. Quella dei ragazzi delle “Oralimpics – l’Olimpiade degli oratori”, la terza edizione della manifestazione sportiva che si svolgerà dal 28 al 30 giugno presso il Sito Mind (ex area Expo).

“Vorrei farmi portavoce della Madonna che ci guarda dall’alto del Duomo: oggi è come se dicesse giocate, non chiudetevi in casa, perché solo giocando insieme con gli altri si cresce, ma ricordatevi anche che lo sport non è tutto, nessuno di voi è solo un giocatore, bisogna che vi impegniate nello studio e che coltiviate la vostra anima”. L’Arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, ha rivolto così il suo saluto davanti al campo da calcio allestito davanti al Duomo rivolgendosi a una rappresentanza dei ragazzi degli oratori che questa estate parteciperanno a “Oralimpics – l’Olimpiade degli oratori”.

“La Chiesa ambrosiana rinnova la fiducia e l’alleanza con il mondo dello sport e vuole sempre più riconoscere le grandi potenzialità educative dell’esperienza sportiva – sottolinea don Stefano Guidi, direttore della Fondazione diocesana per gli Oratori Milanesi (Fom) e responsabile del Servizio per l’Oratorio e lo Sport dell’Arcidiocesi di Milano -. Oralimpics è la festa dei ragazzi degli oratori. Gli oratori esprimono tutta la loro vivacità, fantasia, voglia di crescere e di essere un vero aiuto nel cammino dei ragazzi per diventare adulti. Ma Oralimpics è anche esperienza viva di amicizia civica, raccoglie in pochi giorni le diverse istituzioni regionali, cittadine, sportive, educative, per esprimere il desiderio di servire sempre e soltanto il bene comune di tutti”.

 

 

 

Ti potrebbe interessare