L’immagine di Maria sul vetro di una finestra. Accadde in Austria, 225 anni fa

Il 17 gennaio si è tenuta la celebrazione del 225esimo anniversario dell’apparizione di Absam: l’immagine di Maria fu vista su una finestra. Non fu riconosciuto come miracolo, ma è una devozione popolare radicata, considerata dalla Chiesa “espressione de

L'immagine della Madonna sul vetro custodito nella chiesa di San Michele ad Absam, Austria
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Per la popolazione di Absam, cittadina austriaca nella diocesi di Innsbruck, fu come un miracolo. E anche se non fu riconosciuto come tale, l’apparizione dell’immagine della Madonna dal vetro della finestra del soggiorno di una giovane contadina ha alimentato una straordinaria devozione popolare. Così tanta che il 17 gennaio, lo stesso giorno che nel 1797 avvenne la apparizione, si è tenuta una celebrazione per il 225esimo anniversario dell’avvenimento.

Il 17 gennaio 1797, Rosina Puecher, una giovane contadina, vide per la prima volta l’immagine di Maria nel vetro di una finestrra della sua casa. Un miracolo per la gente di Absam, ma non per la Chiesa, che, come sempre, volle vederci chiaro. E così si scoprì che il vetro della finestra era originariamente dipinto con colori vivaci ed era poi sbiadito nel tempo. Fu vietata, dunque, la costruzione di una cappella.

Eppure, la venerazione dell’immagine apparsa sulla finestra aumentò, e il vetro fu portato in processione presso la chiesa di San Michele ad Absam, dove si trova tuttora, posto sull’altare laterale destro. Fu anche composta una preghiera di richiesta di aiuto per la “Madre Maria, nostra sorella e amica della fede”.

L’autorizzazione alla preghiera era stata già concessa nell’aprile 1797, quando le associazioni tirolesi sconfissero le truppe napoleoniche nella battaglia della Spinge, cosa che rinsaldò la credenza popolare che l’immagine della Vergine avesse sostenuto gli austriaci.

Il parroco di Absam, Martin Chuckwu, ha sottolineato che “oggi non affermeremmo mai che Dio si schiera dalla parte di un conflitto”, spiegando che piutosto “Maria apparve per dare consolazione a tutti”.

Nel corso del tempo, il luogo è diventato uno dei più importanti luoghi di pellegrinaggio dell'Austria occidentale, visitato anche da alti rappresentanti della Casa d’Asburgo, arrivati a pregare di fronte all’immagine contorniata ormai da un gran numero di tavolette votive.

La chiesa di San Michele dove è custodita l’immagine è stata elevata al rango di basilica minore nel 2000. Nel corso del 200esimo anniversario dell’apparizione, celebrato nel 1997, l’allora vescovo di Innsbruck Stecher aveva descritto Absam come “brillante diadema della sua patria”.

Ti potrebbe interessare