L'Osservatore romano cambia sede e arrivano nuove donne per l'inserto mensile

L' Osservatore Romano
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L ‘Osservatore Romano cambia pelle e soprattutto sede. Come ha spiegato ai giornalisti il Prefetto del Dicastero per la Comunicazione Paolo Ruffini, i giornalisti vaticani saranno riuniti tutti a Palazzo Pio ex sede della Radio vaticana e questo ovviamente riguarda anche il quotidiano della Santa Sede.

Una riorganizzazione logistica che prevede lo spostamento degli amministrativi e dei tecnici all’interno delle Mura leonine, mentre fuori saranno i servizio di news, anche se in un edificio con la extra territorialità. Ci vorrà almno un anno di lavori e adeguamento anche per il settore video che si trasferisce nella Palazzina Leone XIII nei Giardini Vaticani. 

Il progetto è di fatto antico ma prende forma solo ora e segna un altro passo dell'allontanamento fisico della stampa dalla Città del Vaticano. I primi giornalisti infatti avevano accesso diretto al Palazzo Apostolico con locali di lavoro all'interno delle Mura. 

Intanto cambia anche l’assetto redazionale.

L’inserto mensile "Donne Chiesa Mondo” uscirà regolarmente nel mese di maggio con una nuova redazione: Francesca Bugliani Knox, Elena Buia Rutt, Yvonne Dohna Schlobitten, Chiara Giaccardi, Shahrzad Houshmand Zadeh, Amy-Jill Levine, Marta Rodríguez Díaz, Giorgia Salatiello, Carola Susani, Rita Pinci (coordinatrice). In redazione: Giulia Galeotti, Silvia Guidi, Valeria Pendenza, Silvina Pérez.

La stessa Rita Pinci ha dichiarato che il suo contributo “sarà principalmente quello di coordinare il Comitato di Direzione nel suo lavoro che sarà svolto in modo collegiale e in spirito di condivisione dei diversi talenti e competenze delle donne che vi partecipano e con le quali sono orgogliosa di condividere questo tratto di strada nel solco di un percorso che per me è iniziato prima ancora di quello professionale, nei primi anni di università, quando ho cominciato a condividere alcune fondamentali tematiche del movimento delle donne”.

Dalle biografie ufficiali delle redattrici si vede che il taglio sarà sempre più letterario e internazionale. Le autrici hanno tutte esperienza giornalistica, alcune provengano dalla redazione dell’ Osservatore romano.

Ecco le loro Biografie:

 

Francesca Bugliani Knox - Honorary Senior Research Associate a University College London e Honorary Research Fellow alla University of Roehampton. In campo accademico si occupa di letteratura e cultura europea, in particolare del rapporto tra letteratura, teologia, spiritualità e filosofia. È da tempo impegnata nell’accompagnamento spirituale e svolge il ruolo di avvocato nelle cause matrimoniali presso il Tribunale Ecclesiastico diocesano. Vive a Londra, è sposata e ha due figli.

 

Elena Buia Rutt ‐ Laureata in Lettere e poi in Filosofia, è poetessa e traduttrice e ha collaborato per circa vent'anni ai programmi culturali di Radio 3 e Rai Educational. Scrive sulle pagine culturali de L’Osservatore Romano e nella sezione de La Civiltà Cattolica dedicata alle recensioni. Al momento insegna Letteratura americana presso la John Cabot University di Roma. Vive ad Assisi con il marito e i suoi quattro figli.

 

Yvonne Dohna Schlobitten ‐ Docente Incaricato Associato alla Pontificia Università Gregoriana dove insegna Estetica, Filosofia e Storia dell’Arte Cristiana alla Facoltà di Storia e Beni Culturali e dell’Istituto di Spiritualità. Partendo da una formazione personale pluridisciplinare (diritto, filosofia, storia dell’arte, estetica e teologia), il framework che guida la sua attività di ricerca si indirizza allo sviluppo di un approccio transdisciplinare della «creazione artistica» come luogo di formazione. La sua specializzazione relativa all’estetica come origine della teologia di Romano Guardini l’ha condotta a lavorare sull’analogia tra i metodi della teologia fondamentale, dell’estetica e degli esercizi spirituali. È tedesca, sposata, due figlie, vive a Roma.

 

Giulia Galeotti - È dal 2014 responsabile delle pagine culturali de L'Osservatore Romano. Ha scritto diversi libri, tra cui Il velo (Edb 2016, tradotto in spagnolo); Storia dei trapianti da vivente (Vita&Pensiero, 2012); In cerca del padre (Laterza 2009, Premio Minturnae), Storia del voto alle donne in Italia (Biblink 2006; Premio Capalbio e Premio Amelia Rosselli), Storia dell’aborto (Il Mulino 2003, tradotto in spagnolo e portoghese).

Chiara Giaccardi - Laureata in Filosofia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, PhD in Social Sciences alla University of Kent (UK). È Professore ordinario di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi all’Università Cattolica di Milano, dove dirige anche la rivista Comunicazioni Sociali-Journal of Media, Performing Arts and Cultural Studies. Si occupa di trasformazioni culturali legati ai processi di globalizzazione e alla rete. Ha scritto La comunicazione interculturale nell’era digitale (Il Mulino 2012) e diversi saggi in volumi e riviste. È membro della Pontificia Accademia per la Vita. Con Mauro Magatti ha scritto il manifesto della generatività sociale Generativi di tutto il mondo unitevi! (Feltrinelli 2014), e Social generativity: an introduction’, in M. Magatti (ed.) Social Generativity. A relational Paradigm for Social Change (Routledge, 2018). Ha sette figli.

 

Silvia Guidi - Giornalista professionista, lavora nel servizio cultura de L'Osservatore Romano dal 2008. Borsista Formenton nei giornali del gruppo Finegil (redazioni di Trento, Pescara, Milano). Ha collaborato a progetti di repertori digitali con la Fondazione Sismel-Ezio Franceschini per lo studio del medioevo latino; dal 2003 è direttore della rivista di arte e letteratura “Il Fuoco” e collabora con la compagnia teatrale Sycamore T Company. Fa parte dei Memores Domini, laici che seguono una vocazione di dedizione totale a Dio vivendo nel mondo.

 

Shahrzad Houshmand Zadeh ‐  Laurea magistrale in Teologia Islamica all'Università Libera Islamica in Iran e in Teologia Fondamentale Cristiana alla Pontificia Università Lateranense di Roma. Già docente di studi islamici alla Pontificia Università Gregoriana e all'Università Roma Tre. Copresidente onoraria dell'associazione "Karol Wojtyła" e l'associazione internazionale "Religioni per la pace". Vice presidente della Consulta femminile presso il Pontificio Consiglio della Cultura. Lettrice di Lingua e letteratura persiana all'Università La Sapienza di Roma. Membro della giuria "Premio per la cultura mediterranea". Madre di tre figli, vive a Roma.

 

Amy-Jill Levine – È una scrittrice, accademica e storica statunitense, professore di Studi Neotestamentari presso l'Università Vanderbilt, Dipartimento di Studi Religiosi, e il Dipartimento Superiore di Religione. Si autodescrive "femminista ebrea yankee che insegna in una scuola teologica predominantemente protestante al centro della Fascia Biblica americana".

 

Valeria Pendenza - Laureata in Lettere alla Sapienza di Roma. Diploma di Bibliotecario presso la Scuola Speciale per Archivisti e Bibliotecari della Sapienza con una tesi sulle terze pagine dei giornali. Diploma d’Archivista presso l’Archivio Segreto Vaticano. Lavora da 20 anni a “L’Osservatore Romano”, da 11 come archivista. Vive a Roma, sposata, un figlio.

Silvina Pérez - È una giornalista e autrice televisiva. Attualmente dirige l’edizione spagnola dell’Osservatore Romano. È stata autrice di diversi contenitori di informazione a La7, rete per la quale ha lavorato per undici anni. In Rai ha scritto programmi prevalentemente di politica interna e girato reportage. Dopo i suoi studi presso l'Università di Buenos Aires e l'Iser in Argentina, ha collaborato con settimanali, radio e tv italiane ed estere. È stata addetto stampa presso il Ministero degli Affari Esteri dal 1999 al 2001. Ha pubblicato libri. Da sempre si occupa della realtà economica, sociale, politica ed ecclesiale dell'America Latina. Nonostante il cognome spagnolissimo, ha origini piemontesi.

 

Marta Rodríguez Díaz - Dal 2010 dirige l'Istituto di Studi Superiori sulla Donna dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, alla cui fondazione nel 2003 ha contribuito. Ha studiato Educazione, e ha conseguito le lauree in Bioetica e in Filosofia (specializzazione in Antropologia). Da maggio 2017 a maggio 2019 è stata responsabile dell'Ufficio donna del Dicastero per i Laici, la Famiglia e la Vita. È specializzata nelle tematiche di genere, identità sessuale, donna e Chiesa, violenza sulle donne e integrazione piena della dimensione sessuale e affettiva nella consacrazione. È consacrata a Dio nel Movimento Regnum Christi. Nata a Madrid, abita a Roma dal 2000.

 

Giorgia Salatiello - Professoressa ordinaria della Facoltà di Filosofia della Pontificia Università Gregoriana ed invitata dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Si occupa di filosofia della religione, rapporti tra filosofia e teologia, differenza sessuale, consulenza filosofica e neurobioetica. Vive a Roma, è sposata e ha un figlio.

 

Carola Susani - Nata in Veneto e vissuta a lungo in Sicilia, scrive romanzi per grandi e per ragazzi. Insegna scrittura narrativa, fa parte dei Piccoli Maestri - scuola di lettura per ragazzi. Fra i suoi libri, L'infanzia è un terremoto, Laterza 2008, Mamma o non mamma scritto con Elena Stancanelli, Feltrinelli 2009, Eravamo Bambini abbastanza, Minimum fax 2012 (Premio Lo straniero), La prima vita di Italo Orlando, Minimum fax 2018. Redattrice di “Nuovi argomenti”, ha collaborato, fra gli altri, con i periodici “Gli Asini” e “Gli Altri” e con il quotidiano “Il Dubbio”

 

Rita Pinci – Giornalista, laureata in Sociologia, ha iniziato come corrispondente de Il Messaggero, dove ha lavorato per oltre venti anni. Ne è stata caporedattore centrale e successivamente vicedirettore, prima donna italiana a rivestire questi ruoli in un grande quotidiano nazionale d'informazione. In seguito, è stata vicedirettore del portale web di Rcs-Hdp, ha diretto il magazine Specchio de La Stampa, è stata vicedirettore dei settimanali Panorama e Chi. Ha lavorato all'Huffington Post Italia e collaborato come autore alla trasmissione In mezz'ora, in onda la domenica su Rai 3. Attualmente lavora per Tv2000.

Ti potrebbe interessare