Madonna di Pompei. Il Cardinale Semeraro: "E’ la carità la via nuova da cui ripartire"

"È la carità una strada aperta anche per noi, oggi, mentre ci domandiamo: come e da dove riprendere, dopo questa dolorosissima fase della pandemia?"

Pompei
Foto: Pubblico Dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

"È la carità una strada aperta anche per noi, oggi, mentre ci domandiamo: come e da dove riprendere, dopo questa dolorosissima fase della pandemia? Io penso che dovremo ricominciare dalla stessa carità da cui partì il beato Bartolo Longo”. Così afferma il Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle cause dei santi, nell’omelia della Messa che precede la supplica alla Madonna del Rosario di Pompei.

Sono stati oltre mille fedeli questa mattina che hanno affollato piazza Bartolo Longo, davanti al sagrato del Santuario dedicato alla Beata Vergine del Santo Rosario di Pompei.

“È la carità la via nuova da cui ripartire, perché la medesima carità verso il prossimo ha, nella nostra vita di cristiani, una duplice dimensione: quella che traduce la fede e che diventa soccorso, aiuto, opera di misericordia; c’è, poi, la carità che, testimoniata da noi di fronte al mondo, è in grado di introdurre alla fede”, commenta ancora il Prefetto prima della supplica.

Commentando il Vangelo dell'Annunciazione il Cardinale afferma: "Maria è chiamata ancora alla sua umana responsabilità quando, come abbiamo ascoltato, terminato il dialogo, l’angelo si allontanò da lei. Questa partenza improvvisa, senza convenevoli né saluti di cortesia, ci lascia perplessi. A Maria Dio fa un dono, ma non le lascia il libretto delle istruzioni! L’angelo vola verso il cielo e lei rimane sulla terra, sola col mistero della sua maternità. Che fare? A chi dirlo? Come dirlo? Sì, per noi oggi è facile, dopo duemila anni di cristianesimo, dire: dovrà vivere di fede…. Ma come? Il come, in questo caso è sempre lasciato a noi, alla nostra libertà e perfino alla nostra creatività. Vivere di fede non vuol dire avere la ricetta per tutti i problemi, ma cercare ogni volta una risposta personale, considerando gli stili di Dio e cogliendo le interpellanze della storia”.

Poi il Cardinale ha riportato l’esempio di Bartolo Longo, fondatore del Santuario di Pompei.

A mezzogiorno c'è stata poi la tradizionale Supplica alla Madonna del Rosario di Pompei alla quale il Papa, mercoledì scorso, durante l’udienza generale, aveva invitato ad unirsi.

Ti potrebbe interessare