Mensa di solidarietà a Como: sono 30.000 i pasti consumati negli ultimi 6 mesi

Nel secondo semestre del 2021 sono circa 30.000 i pasti giornalieri (a pranzo e a cena) consumati alla mensa di solidarietà di Casa Nazareth in via Guanella 12 a Como

La mensa di solidarietà a Como
Foto: Caritas Diocesi di Como
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nel secondo semestre del 2021 sono circa 30.000 i pasti giornalieri (a pranzo e a cena) consumati alla mensa di solidarietà di Casa Nazareth in via Guanella 12 a Como.

"Un dato particolarmente significativo e importante, registrato nel periodo 1° giugno-31 dicembre 2021, in cui sono entrati in funzione a pieno regime la nuova cucina e il servizio self-service con consumazione delle pietanze calde ai tavoli dei due locali della mensa (40 posti a sedere nel rispetto delle normative anti-Covid) e servito dai volontari alle persone senza dimora della città di Como", si legge sul sito ufficiale della Caritas della Diocesi di Como.

La Caritas fa sapere che prima del mese di giugno ed esattamente dai primi giorni di gennaio 2021 – data di apertura ufficiale della mensa di solidarietà e nel periodo segnato dalle restrizioni anti-Covid – sino a fine maggio, i pasti erano distribuiti nei sacchetti e gli utenti erano costretti a consumarli fuori dalla struttura.

Anche in quei 5 mesi la distribuzione dei pasti (pranzo e cena) avveniva ogni giorno e il dato raccolto conferma l’importanza del servizio: complessivamente circa 26.000 sacchetti ritirati (in media 170/180 pasti consumati quotidianamente).

Per la Caritas questi sono numeri che "confermano la bontà del progetto, ideato nel 2020, di affidare la struttura di via L. Guanella alla Diocesi, grazie a un’intesa fra la Chiesa di Como e la Congregazione delle Suore Adoratrici del Santissimo Sacramento. Dopo questo primo importante passo, il successivo ha visto coinvolta direttamente la Caritas diocesana che dall’8 gennaio 2021 ha appunto attivato – dopo alcuni mesi di lavori di ristrutturazione e di adeguamento – la mensa per le persone in difficoltà accentrata in un unico luogo in città".

Al progetto della mensa di solidarietà stanno lavorando le diverse realtà che si occupano di questo servizio: la Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus, la Casa della Missione di Como (Missionari Vincenziani), la Casa Vincenziana ODV, le Suore Guanelliane Figlie di Santa Maria della Provvidenza e l’Associazione Incroci.

Nella cucina sono impegnate 7 giorni su 7 tre operatrici cuoche e un tirocinante (aiuto cucina). Inoltre, sono presenti un fattorino e un operatore Caritas addetto alla sicurezza e al controllo nella fase di accoglienza degli ospiti. Un ruolo fondamentale è svolto dagli oltre 150 volontari che, a turni, si alternano quotidianamente per rendere il servizio organizzato e sicuro, soprattutto in questi mesi segnati dall’emergenza Covid.

È possibile sostenere la mensa di solidarietà con una donazione: online sul sito della Caritas diocesana di Como; tramite bonifico bancario intestato alla Fondazione Caritas Solidarietà e Servizio Onlus.

Ti potrebbe interessare