Milano e Torino: i ragazzi partecipano alla GMG di Panama, anche a distanza

Giovani alla scorsa GMG
Foto: Chiesa di Milano
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Siamo ormai vicinissimi alla partenza per la Giornata Mondiale della Gioventù del 2019, voluta da Papa Francesco a Panama, dal 22 al 27 gennaio. Il luogo e il tempo sono certamente particolari, almeno per i ragazzi europei. Ma le diocesi italiane non si sono scoraggiate e hanno organizzato eventi e attività per seguire – anche da lontano – la GMG con Papa Francesco. In particolare le diocesi di Torino e Milano.

La proposta dell’Arcidiocesi di Torino è “PANAMA CHIAMA TORINO!” e prevede per il 27 gennaio prossimo una serata di festa, con cena, collegamento in diretta con i giovani a Panama, rilettura dell’esperienza e dei messaggi con l’Arcivescovo monsignor Cesare Nosiglia e l’animazione del Grande Coro Hope. L’appuntamento per i giovani della Diocesi piemontese è presso il Centro di Pastorale Giovanile, dalle ore 18 alle ore 22.30.

Si passa a Milano dove in diversi punti della Diocesi sarà possibile seguire in diretta la veglia della XXXIV GMG: “un'occasione per pregare in comunione con i giovani presenti a Panama e porsi in ascolto delle parole di Papa Francesco”, come riporta il sito Chiesa di Milano. 

La mattina della domenica ci sarà anche la possibilità di partecipare alla S. Messa, che verrà celebrata in ciascuno dei luoghi di ritrovo: Basilica di S. Eustorgio – Milano (Piazza Sant’Eustorgio, 1); Parrocchia SS. Pietro e Paolo – Luino – Va (Via Papa Giovanni XXIII, 13); Parrocchia Natività di Maria Vergine – Azzate – Va (Via V. Veneto, 2); Oratorio San Luigi –Somma Lombardo– VA (Via G. Mameli, 69); Parrocchia Santa Maria Assunta – Lissone – MB (Via De Amicis, 1); Parrocchia Maria Madre della Chiesa – Buccinasco– MI (Via Marzabotto, 9); Oratorio San Giovanni Bosco – Cuggiono – MI (Via Cicogna, 8); Oratorio San Luigi – Trezzo Sull’Adda – MI (Via Mons. Grisetti, 5).

Inoltre la Diocesi di Milano in prossimità di #Panama2019, ha avviato una consultazione dei giovani, mediante una indagine quantitativa, realizzata con un breve questionario online, a cui potranno rispondere i giovani di età compresa tra i 17 e i 29 anni, indipendentemente dal fatto che abbiano partecipato o meno a una GMG.

I questionari saranno trattati in forma aggregata, garantendo ai rispondenti l’anonimato. La rilevazione resterà aperta fino al 28 febbraio 2019. I risultati saranno resi noti nella forma del report da Cristina Pasqualini e Fabio Introini, ricercatori dell’Università Cattolica.

Ti potrebbe interessare