Mons. Paglia: "Il Papa chiede a tutti di riscoprire la forza della famiglia"

Mons. Paglia e il Card. Ravasi
Foto: MM Acistampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Qual è la rivoluzione dell'esortazione apostolica Amoris Laetitia?

ACI Stampa lo ha chiesto a Monsignor Vincenzio Paglia, Presidente del Pontificio Consiglio della Famiglia, in occasione della presentazione dell’Esortazione Apostolica di Papa Francesco, promossa dal Working Group sulla Famiglia del Forum-Ginevra delle ONG di ispirazione cattolica, in collaborazione con il Pontificio Consiglio per la Famiglia.

A spiegare il valore universale del documento sulla famiglia erano presenti  anche Monsignor Ivan Jurkovic, Osservatore permanente della Santa Sede presso le Nazioni Unite a Ginevra e Maria Giovanna Ruggieri, presidente del Forum-Ginevra.

"La rivoluzione è quella di una nuova immagine di Chiesa che propone un ideale alto della famiglia, conivolgendo tutti, senza escludere nessuno" , risponde Mons. Paglia.

" E' in fondo il grande sogno di Dio che chiede a tutti "un'altezza di visione" con la possibilità che tutti possano essere coinvolti. Il sogno di un cammino che coinvolge tutto il popolo, nessuno escluso. In un mondo dove le parole sono confuse, dove la frammentazione sembra come sgretolare la socialità, il Papa in questo documento propone l'ideale per la salvezza e la letizia: accogliere più possibile la famigliarità...può essere un seme, una foglia, una pianta più robusta, ma a tutti chiede di riscoprire la bellezza e la forza della famiglia ", commenta il presidente del Pontificio Consiglio della Famiglia.

Durante il suo intervento alla presentazione, dove hanno partecipato numerosi ambasciatori della Santa Sede, Mons. Paglia ha spiegato come nell'Amoris Laetitia Papa Francesco esprima le preoccupazioni della Chiesa per le famiglie, nella consapevolezza delle profonde trasformazioni avvenute in questo tempo ed esclama: "La famiglia è un bene indispensabile per la vita ecclesiale, è un bene prezioso per l'evangelizzazione della vita".

Mons. Paglia spiega come sia proprio la famiglia la madre di tutti i rapporti e aggiunge il ruolo della Chiesa secondo questo importante documento: "La Chiesa non osserva le famiglie al di fuori, con quella freddezza notarile di chi deve elencare mutamenti e trovare eventuali colpe e condannare. Tutt'altro. La Chiesa - così come emerge nell'Amoris Laetitia - è mossa da quella "simpatia immensa" che è l'inizio della compassione dell'accompagnamento materno".

Mons. Paglia continua il suo intervento enunciando secondo lui i capitoli centrali del documento di Papa Francesco: i capitolo IV e V poichè "in essi si declina ciò che sostanzia il matrimonio e la famiglia, ossia il legame d'amore tra un uomo e la donna e la fecondità che ne consegue".

Per ultimo il Presidente del Pontificio Consiglio delinea alcune prospettive pastorali del testo: "il Papa parla della responsabilità dei ministri ordinati e sottolinea come a loro manchi spesso una formazione adeguata per trattare i complessi problemi attuali delle famiglie. E' indispensabile un raccordo tra la fede e la vita della comunità".

Ti potrebbe interessare