Morto a 94 anni il cardinale spagnolo Eduardo Martínez Somalo

Era stato il Camerlengo nella Sede vacante del 2005

Il cardinale Martinez Somalo
Foto: Vatican media
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

E’ stato una colonna portante della Curia Romana per decenni, il Cardinale spagnolo  Eduardo Martínez Somalo, Prefetto emerito della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica, Camerlengo emerito di Santa Romana Chiesa. Era nato  il 31 marzo 1927 a Baños de Río Tobía. Si è spento a 94 anni nella tarda mattinata di oggi in Vaticano dove risiedeva. 

Ordinato presbitero nel 1950 a Roma, ha studiato poi presso la Pontificia Accademia Ecclesiastica, conseguendo nello stesso tempo il Dottorato in Diritto Canonico presso la Pontificia Università Lateranense. Il 18 agosto 1956 entra a far parte della Segreteria di Stato in qualità di Addetto.

Nel 1957 insegna alla Pontificia Accademia ecclesiastica. Nel 1970 diventa Consigliere della Delegazione Apostolica in Gran Bretagna, ma rientra in Vaticano pochi mesi dopo come collaboratore dell’Arcivescovo Giovanni Benelli, Sostituto della Segreteria di Stato, Arcivescovo Giovanni Benelli.

Il 12 novembre 1975, Paolo VI lo nomina Nunzio Apostolico in Colombia, elevandolo e Arcivescovo titolare di Tagora. Viene consacrato dal Cardinale Jean Villot.

Papa Giovanni Paolo II il 5 maggio 1979, la nomina Sostituto della Segreteria di Stato.

Nel 1988 lo stesso Papa Giovanni Paolo II lo promuove Prefetto della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti. Nel 1992 diventa Prefetto della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica.

Giovanni Paolo II lo sceglie nel 1993 quale Camerlengo di Santa Romana Chiesa, incarico che mantiene fino al 2007. In tale veste gestisce la sede vacante del 2005.

Viene creato Cardinale di Santa Romana Chiesa nel Concistoro del 28 giugno 1988, del Titolo presbiterale del SS. Nome di Gesù, Diaconia elevata pro hac vice a Titolo Presbiterale il 9 gennaio 1999.

Giovanni Paolo II nel 2004 accetta la sua rinuncia da Prefetto della Congregazione per gli Istituti di vita consacrata e le Società di vita apostolica per raggiunti limiti di età.

Ti potrebbe interessare