Opus Dei, le prime nomine del nuovo Prelato

Da sinistra a destra: Julien Nagore, Carlos Cavazzoli, Antoni Pujals e Lucas Niklison.
Foto: Opus Dei
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’Opus Dei continua la sua transizione. Dopo l’elezione del nuovo prelato, monsignor Fernando Ocariz, il Congresso Elettorale dell’Opus Dei continua a riunirsi e a ridefinire i ranghi. E in questi giorni il Prelato, con l’approvazione del Congresso, ha nominato prima il Consiglio generale e poi l’Assessorato centrale.

Sono i due organismi che assistono il prelato nel governo pastorale della prelatura. L’Assessorato, in particolare, è formato solo da donne, e si è riunito prima del Congresso elettorale: il loro parere è stato determinante nella scelta del nuovo prelato.

I ranghi vengono così rinfoltiti. Era praticamente scontata la conferma di Mariano Fazio come vicario generale. Al suo fianco, come vicario generale centrale, è stato scelto don Antoni Pujala i Ginebreda, classe 1955, che è stato vicario della delegazione dell’Opus Dei in Catalogna dal 2002 al 2016.

Tra i tre vicesegretari nominati, c’è un giovanissimo classe 1981: è Matthew Anthony, da Saint Louis. Gli altri due sono Javier de Juan di Albacete, classe 1975, e Carlos Cavazzoli, classe 1962, di Buenos Aires.

Luis Romera, di Barcellona, è stato nominato prefetto degli studi, mentre Julien Nagore, nato a Pamplona ma vissuto a Parigi, è stato nominato amministratore generale. Il prelato a nominato i 49 suoi delegati nelle circoscrizioni in cui si divide geograficamente il lavoro apostolico della prelatura. I delegati provengono da 30 Paesi. Sono state anche nominate le delegate per il ramo femminile, attualmente più grande di quello maschile.

Per quanto riguarda l’Assessorato, il Prelato ha nominato Isabel Sánchez Serrano (Murcia, Spagna, 1969) Segretaria Centrale e María Díaz Soloaga (Madrid, Spagna, 1970), Segretaria dell’Assessorato. Sono membbre dell’Asssessorato anche: Nicola Waite (Oxford, Gran Bretagna, 1979), Carla Vassallo (Palermo, Italia, 1976), Kathryn Plazek (Pittsburgh, Stati Uniti, 1988), vicesegretarie; Susana López (León, Spagna, 1971) e Rosario Libano Monteiro (Lisbona, Portogallo, 1960), prefetta degli studi e prefetta delle numerarie ausiliari rispettivamente, e Inocencia Fernández (Madrid, Spagna, 1954), procuratrice centrale per l’amministrazione delle risorse.

Sarà solo dopo la Conclusione del Congresso che il prelato nominerà il direttore spirituale, che aiuta il prelato nell’orientamento spirituale dei fedeli e si deve prendere cura dei soci della Società Sacerdotale della Santa Croce, una associazione unita alla prelatura.

Il prelato nominerà dopo il Congresso anche il procuratore presso la Santa Sede, che tiene le relazioni della prelatura con Oltretevere.

Ti potrebbe interessare