Padre Adalbert de Voguè, un grande studioso della Regola Benedettina

Fu docente presso l'Ateneo Sant'Anselmo

P. Adalbert de Voguè OSB
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Tra i grandi studiosi dell'opera di San Benedetto da Norcia brilla il nome di padre Adalbert de Vogue. Storico e professore presso l'Ateneo Sant'Anselmo di Roma, il suo nome è legato alla grande ricerca che ha fatto della Regola del Padre del Monachesimo occidentale.

Famoso il suo commento al testo “Il digiuno nell'esperienza monastica e l'abate nella regola di San Benedetto” e molti altri scritti dedicati a tali temi.

I suoi studi si concentrano sull'approfondimento della spiritualità benedettina, come momento culturale, ma di più di ascesi mistica. Scrittore originale e fecondo, ha lasciato un'importante testimonianza nel mondo benedettino.

Adalbert de Vogue nasce il 4 dicembre 1924 a Parigi in una famiglia agiata ed aristocratica. Prestissimo sente la vocazione alla vita monastica chiedendo di essere ammesso in monastero.

Da subito sente la voce del Signore che lo chiama a quel genere di vita e che gli è congeniale. 

Affrontato il noviziato presso l'Abbazia de la Pierre-qui-Vire, nella quale sarà ammesso alla professione monastica nel 1948, in questo luogo apprende quella cultura che gli sarà compagna dell'esistenza. Terminati gli studi teologici è ordinato sacerdote. Corre il 1950.

Vista la passione per lo studio ed i talenti non comuni l'abate gli permette di studiare e di laurearsi in Teologia a Parigi nel 1959.

Chiamato all'insegnamento, dal 1966 è a Roma presso l'Ateneo Sant'Anselmo come docente di patristica e storia del monachesimo.

Studioso di rilievo, approfondisce la ricerca analizzandone i contenuti ed i paradigmi storici.

Chi lo ha avuto come professore lo ricorda brillante nelle spiegazioni e disponibile nei confronti degli allievi.

Benedettino coerente ed innamorato della propria vocazione è attento a quanto prescrive la Regola studiata ed amata.

Uomo di profonda spiritualità, medita spesso la Parola di Dio e quella monastica come voce di Dio che interroga l'uomo.

I testi di padre de Vogue illuminano il lettore per spessore, approfondimento e per quella ricerca ed ermeneutica che riporta lo studio dei testi alla loro vera origine ovvero l'amore al vangelo.

Grande è stata la sua attività come ricercatore e divulgatore della sapienza, insegnata dal grande Benedetto ai suoi figli.

Ritornato presso la propria comunità di origine spira il 14 ottobre 2011, presso la stessa abbazia nella quale era entrato, immerso in quella immensità, cercata tra i libri ed ora goduta alla presenza di Dio.

Ti potrebbe interessare