Paolo Giulietti è il nuovo arcivescovo di Lucca

Una immagine di Paolo Giulietti, nuovo arcivescovo di Lucca
Foto: Diocesi di Perugia
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Paolo Giulietti è il nuovo arcivescovo di Lucca. Finora ausiliare del Cardinale Gualtiero Bassetti alla guida dell’arcidiocesi di Perugia-Città della Pieve, il vescovo Giulietti è chiamato a succedere all’arcivescovo Benvenuto Italo Castellani, che aveva presentato la rinuncia al compimento dei suoi 75 anni.

Classe 1964, originario di Perugia, sacerdote dal 1961, il vescovo Giulietti è stato vicario parrocchiale di San Sisto a Perugia dal 1991 al 2001 e assistente dei giovani di Azione Cattolica impegnati nell’accompagnamento dei carcerati in libertà provvisoria. Quindi, dal 2001 al 2007 ha guidato l’ufficio della Pastorale Giovanile della Conferenza Episcopale Italiana, incarico che lo ha portato a coordinare la partecipazione di migliaia dei giovani italiani alle Giornate Mondiali della Gioventù di Toronto (2002) e di Colonia (2005). 

È vicario generale di Perugia-Città della pieva dal 2010. Dal 2014 era stato nominato vescovo ausiliare di Perugia – Città della Pieve. Soprannominato "vescovo in pantaloncini corti" per al sua passione per i pellegrinaggi a piedi, è anche autore di alcune guide per pellegrini, tra le quali La via di Francesco. È direttore editoriale di "Umbria Radio" e del settimanale diocesano "La Voce", presidente dell'associazione Hope e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù.

Succede all’arcivescovo Benvenuto Italo Castellani, che era Lucca dal 2003, prima come arcivescovo coadiutore (cioè, con diritto di successione) dell’arcidiocesi e poi come arcivescovo dal 2005, dopo che il suo predecessore Bruno Tommasi aveva presentato la rinuncia al compimento dei 75 anni. Prima, l’arcivescovo Castellani aveva guidato dal 1997 al 2003 la diocesi di Faenza – Modigliana.

 

Ti potrebbe interessare