Papa Francesco in Africa dal 4 al 10 settembre

Papa Francesco
Foto: ACI Group
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Ancora un viaggio per Papa Francesco in questo 2019. Dopo Panama, gli Emirati Arabi ed ora imminenti il Marocco, la Bulgaria, la Macedonia e la Romania, il Papa toccherà le terra del Mozambico, Madagascar e Maurizio dal 4 al 10 settembre 2019, visitando le città di Maputo in Mozambico, Antananarivo in Madagascar e Port Louis in Maurizio.

A diffondere la notizia è una dichiarazione del Direttore “ad interim” della Sala Stampa della Santa Sede, Alessandro Gisotti. “Il programma del viaggio sarà pubblicato a suo tempo”, aggiunge ancora il comunicato. 

Insieme all'annuncio,  sono stati pubblicati anche i loghi e i motti del viaggio. Il logo del Mozambico rappresenta la mappa del paese, una fotografia di Papa Francesco e una colomba, simboleggiante la pace necessaria per il Mozambico, vivendo un recente conflitto militare e attuali attacchi ai civili nel nord del paese. Poi ancora sono rappresentate due mani: queste simboleggiano l'accoglienza del Mozambico al Papa. Il motto cita le parole “Speranza, pace e riconciliazione”. Infine i cinque colori, che rappresentano la bandiera del Mozambico.

Per quanto riguarda il Madagascar, il logo è rappresentato dalla palma del viaggiatore, “Ravinala” e dall’albero di baobab, terra di discepoli missionari e testimoni della fede in Gesù Cristo fino al martirio, di cui sono un’alta espressione i Santi che si notano nel logo, visitato dal Santo-Padre Francesco, seminatore di pace e di speranza. Pace e speranza, pietra miliari perché i malgasci siano gli artefici di un Paese basato sull’autentico sviluppo e benessere spirituale e sociale.

Infine per il viaggio del Pontefice a Port Louis, il logo è stato progettato per riflettere la natura di questo evento unico nazionale e internazionale. “Abbiamo scelto di usare l'immagine del Papa stesso che salutava la folla, per dare un tocco umano al logo – scrive il comunicato - La bandiera della Mauritania è un forte punto di ancoraggio che unisce tutti i diversi gruppi etnici che vivono lì. Lo abbiamo usato come elemento grafico di sfondo per conservare l'immagine del Papa e rafforzare il significato simbolico dietro la visita del Papa nella nostra isola. La tipografia è molto leggibile e di forte impatto. Abbiamo volutamente usato un colore neutro (taupe) per mantenere l'enfasi sul Papa e sulla bandiera. La frase "Pélerin de paix" (Pellegrino della pace) dà il tono per a visita pacifica e positiva. Nel complesso, il logo proietta un'immagine positiva e la sua semplicità lo rende facilmente comprensibile tutti”.

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare