Papa Francesco, un nuovo cappellano per la Gendarmeria pontificia

Don Alberto Lorenzelli, nuovo cappellano della Gendarmeria Pontificia
Foto: da Twitter
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Papa Francesco ha nominato don Alberto Lorenzelli, salesiano, cappellano della Direzione dei Servizi di Sicurezza e Protezione Civile dello Stato di Città del Vaticano. Succede don Sergio Pellini, che lo stesso Papa Francesco aveva nominato cappellano il 21 maggio 2014.

Don Lorenzellli è superiore della Comunità Salesiana in Vaticano, dove è stato anche ospitato per un periodo padre Tom Uzhunnalil, il sacerdote indiano rapito in Yemen.

Don Lorenzelli si è insediato come superiore della comunità salesiana in Vaticano lo scorso 26 luglio, succedendo anche in quel caso a don Pellini, che era anche direttore generale della Tipografia Vaticana – Editrice L’Osservatore Romano. Con la riforma dei media vaticani, anche la missione dei salesiani con la tipografia è giunta ad una conclusione. Don Pellini è ora parroco di Santa Maria Ausiliatrice a Roma.

Nato a Buenos Aires da genitori italiani, prima dell’incarico in Vaticano, don Lorenzelli era stato responsabile salesiano in Cile, incarico cui era giunto dopo un vasto curriculum in incarichi di responsabilità tra i figli di don Bosco.

La Direzione dei Servizi di Sicurezza dello Stato di città del Vaticano è il centro da cui si gestiscono le funzioni di ordine pubblico, di sicurezza e polizia giudiziaria. Queste sono demandate al corpo della Gendarmeria, costituito due secoli fa come corpo dei Carabinieri Pontifici da Papa Pio VII, nel 1816, con la restaurazione dello Stato della Chiesa a seguito del Congresso di Vienna. Sotto la direzione dei Servizi di Sicurezza c'è anche il corpo dei Vigili del Fuoco Vaticano.

Ti potrebbe interessare