Parolin presiede la Messa per l’ordinazione episcopale del Nunzio in Guinea e Mali

Parolina presiede l'ordinazione episcopale
Foto: Vatican Media / ACI group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Presso l'Altare della Cattedra, oggi, ha avuto luogo l’ordinazione episcopale di Monsignor Tymon Tytus Chmielecki, Nunzio Apostolico in Guinea e Mali. La Messa è stata presieduta dal Segretario di Stato, il Cardinale Pietro Parolin. Papa Francesco ha elevato il nuovo Nunzio in pari tempo alla sede titolare di Tre Taverne, con dignità di Arcivescovo.

“Nel giorno in cui la Chiesa fa memoria della Madonna di Fatima siamo raccolti qui per l’ordinazione Monsignor Tymon Tytus Chmielecki nominato da Papa Francesco nunzio in Guinea e Mali – dice il Cardinale Segretario di Stato nell’omelia- La ricorrenza odierna ci induce a riflettere sulla Santa Trinità e sul ruolo particolarissimo della Madre di Cristo e le apparizioni di Fatima sono una conferma: Maria indica ai suoi figli le vie sicure da percorre per essere graditi a Dio. Il Vangelo sostiene la nostra speranza parlandoci di Resurrezione e parla dell’amore che si mette a servizio di tutti”.

Il Cardinale Parolin commenta poi i tratti principali delle Letture odierne: “Servizio umiltà e donazione di sé. Gesù ci insegna quale sarà la vera grandezza: sollevare gli ultimi dalle loro miserie. Ad imitazione del Figlio che si è chinato su chi era incapace di rialzarsi da sola e Gesù si porta sulle spalle come pecorella smarrita”.

“Dio non ha cambiato il suo metodo – continua il Cardinale Segretario di Stato - egli offre a ciascuno l’occasione di diventare con il suo aiuto segno della sua presenza. L’ordinazione episcopale è anche essa espressione di questo stile divino”.

“Tu caro Monsignor Tymon Tytus – dice Parolin rivolgendosi direttamente al nuovo nunzio Chmielecki - sei originario della cittadina polacca famosa per aver dato i natali a Niccolò Copernico e fin dal presbiterato hai imparato a conoscere Roma come sede del Successore di San Pietro. Dopo la tua esperienza nelle nunziature ti viene conferita la grandezza dell’ordine diventando Successore degli Apostoli”.

Per il Segretario di Stato per un buon vescovo “è necessario amare il popolo di Dio, come Egli lo ama, donandogli capacità risorse e tempo, e ricordare sempre di non essere il padrone, ma il servo”. Il ruolo del nuovo nunzio sarà quello di far conoscere in Guinea e Malì le iniziative di pace della Chiesa e di Papa Francesco.

Monsignor Tymon Tytus Chmielecki è nato a Toruń – Polonia - il 29 novembre 1965. È stato ordinato sacerdote il 26 maggio 1991. Si è incardinato a Toruń. È laureato in Utroque Iure e in Scienze Umanistiche Entrato nel Servizio diplomatico della Santa Sede il 1° luglio 1995, ha prestato successivamente la propria opera nelle Rappresentanze Pontificie in Georgia, Senegal, Austria, Ucraina, Kazakhstan, Brasile e nella Sezione per i Rapporti con gli Stati della Segreteria di Stato. Conosce l’italiano, il russo, l’ucraino, il francese, l’inglese, il tedesco e il portoghese. Il 26 marzo 2019 è stato nominato nominato Nunzio Apostolico in Guinea e in Mali.

 

 

Ti potrebbe interessare