Pastorale familiare, i corsi estivi del Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II

La locandina del corso
Foto: Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Il Pontificio Istituto Teologico Giovanni Paolo II, in collaborazione con il Progetto Mistero Grande, propone due percorsi formativi interdisciplinari (Master e Diploma) sui temi del matrimonio e della famiglia. Obiettivo è quello di sostenere quanti operano a diverso titolo nella pastorale familiare affinché possano testimoniare ed annunciare nelle comunità il “Vangelo del matrimonio e della famiglia”, accompagnando e sostenendo con “sapienza pastorale” le famiglie nella loro crescita umana e spirituale e nel loro compito di evangelizzazione a servizio della Chiesa e della società.

Entrambi i percorsi hanno una durata triennale, con piano di studio ciclico. Il primo ciclo estivo 2019 si terrà a Gressoney-Saint-Jean, in Valle d’Aosta, dalla cena del 15 luglio al pranzo del 28 luglio.

Oltre alla frequenza alle lezioni estive, il master prevede annualmente una settimana intensiva di lezioni e laboratori pastorali nel mese di marzo. Il programma prevede inoltre lavoro on-line ed esami per ciascuna delle materie, la partecipazione ad uno stage di carattere pastorale nonché l’elaborazione e la difesa di una tesina finale. Requisito per l’ammissione al Master è di essere in possesso di un titolo rilasciato da Istituti universitari, almeno triennale.

Il diploma invece può invece essere conseguito da tutti coloro che sono in possesso di un titolo di studio di scuola media superiore quinquennale. L’ottenimento del Diploma è condizionato alla presentazione di un elaborato scritto e al superamento dell’esame finale.

Obiettivo dei percorsi è quello di preparare formatori e collaboratori nel campo della pastorale familiare; coppie di sposi e sacerdoti che sappiano progettare e promuovere una pastorale nuova nelle comunità parrocchiali con e senza sacerdote residente, in comunione con il parroco; sposi, sacerdoti, consacrati e laici esperti in tematiche riguardanti la visione integrale della persona umana, il disegno di Dio sull’amore umano e della vita nascente; animatori culturali che valorizzino l’apporto delle scienze umane e della teologia nell’ambito della famiglia.

Per ulteriori informazioni il depliant allegato.

Ti potrebbe interessare