Porziuncola: è la festa di tutti i Santi francescani

Frati alla Porziuncola
Foto: Assisi OFM
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La festa di tutti i Santi dell’Ordine Francescano si celebra il 29 novembre, perché nello stesso giorno del 1223 Onorio III confermò solennemente la Regola di San Francesco, già approvata verbalmente nel 1209 da Innocenzo III. Da alcuni anni, la sera del 28 novembre – alla vigilia della festa di Tutti i Santi dell’Ordine Serafico – si ritrovano alla Porziuncola sia i frati minori che vi abitano, sia i frati minori conventuali del Sacro Convento di Assisi.

La preghiera vespertina, durante la quale tutti i frati insieme rinnovano la professione della Regola “bollata”, risale a Francesco d’Assisi e resta identica per tutti anche se attualizzata dalle Costituzioni di ciascun Ordine.

Ieri sera, dunque, le due Comunità di Assisi – a distanza di pochi giorni dall’incontro con Papa Francesco – hanno potuto vivere un altro bel momento di fraternità. A loro si sono uniti anche alcuni Frati Minori Cappuccini che vivono in Assisi.

Ha presieduto il Vespro il Custode della Porziuncola, p. Giuseppe Renda che ha subito sottolineato la bellezza del momento, ma anche la preziosità di una festa che “ci da occasione di guardare a quella che è la nostra radice che è Francesco, che ha fondato la sua vita nel cuore del Signore per ricomporci in unità. Lì è la nostra origine, nell’unico progetto che Dio ha sull’Ordine nato da Francesco”.

“La fecondità di Francesco, che ha dato tutto se stesso – ha proseguito p. Giuseppe –, si misura anche dai tantissimi santi francescani che a lui sono seguiti. La santità in questi secoli è fiorita immensamente nell’Ordine e ancora continua a produrre molto frutto”.

Il Custode ha poi concluso chiedendo al Signore che “ci aiuti a rivedere la nostra storia personale e comunitaria, chiediamo allo Spirito Santo di poter fare un salto di qualità, profondo ed essenziale” perché tutti i frati possano essere fedeli alla propria missione

 

Ti potrebbe interessare