Prato, l'Emporio della Solidarietà va avanti fino al 2021

La firma dell'accordo
Foto: Diocesi di Prato
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

L’Emporio della Solidarietà di Prato prosegue il suo impegno per le famiglie disagiate. Nei giorni scorsi infatti è stato siglato un nuovo protocollo con il quale viene garantita la gestione e la copertura economica del supermercato solidale di via del Seminario per il triennio 2019-2021. A siglare l’accordo, tra gli altri, il sindaco Matteo Biffoni ed il vescovo Franco Agostinelli.

Dal 2008 sono oltre 58.000 le persone che sono state raggiunte dal servizio offerto dall’Emporio. Ogni anno sono state attivate in media 1600 tessere, corrispondenti ad altrettante famiglie. Di queste il 51,5% sono italiane.

“Prima di venire a Prato - ha commentato il Vescovo Agostinelli - mi avevano detto che questa era una città solidale e ne ho avuta conferma. Sostenere questo progetto significa rispondere a un bisogno primario delle persone, quello del mangiare. Ed è importante poter rispondere, insieme, in modo sinergico, alla richiesta di chi si trova in difficoltà”.

L’accordo prevede che il Comune di Prato assicuri un contributo annuo di 50.000 euro; la Fondazione Cassa di Risparmio di Prato per il 2019 metterà a disposizione 70.000 euro; la Provincia mette a disposizione in comodato gratuito, gli ambienti di via del Seminario dove si conservano e si distribuiscono i prodotti agli utenti. La Diocesi, attraverso la Caritas, dà un contributo annuale di 20.000 euro e continuerà a curare la gestione ordinaria del progetto e l’approvvigionamento.

Ti potrebbe interessare