Processo Bambino Gesù in Vaticano, sei ore per un testimone

L'ingresso del Tribunale Vaticano
Foto: AG / ACI Stampa
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Udienza dedicata tutta all'interrogatorio di Massimo Spina, quella sul Processo Bambino Gesù in Vaticano che vede imputati per peculato Giuseppe Profitti, ex presidente del Bambino Gesù e della Fondazione ad esso collegata, e appunto Spina, tesoriere della Fondazione Bambino Gesù che è l'ente vaticano attraverso il quale si sarebbe perpetrato l'illecito. 

Scrive la Sala Stampa vaticana che l'udienza è iniziata alle 14.30, e che "erano presenti, oltre al Collegio giudicante (i professori Paolo Papanti-Pelletier, Presidente; Venerando Marano, Giudice; Carlo Bonzano, Giudice) e al Promotore di Giustizia Aggiunto, il prof. Roberto Zannotti (assente il prof. Gian Piero Milano), i due imputati: Giuseppe Profiti, difeso dall’avvocato d’ufficio Antonello Blasi, e Massimo Spina, difeso dall’avvocato d’ufficio Alfredo Ottaviani".

C'erano anche i testimoni Gianantonio Bandera e Marco Bargellini, che però non hanno potuto essere ascoltati, considerando che l'udienza di Spina è durata circa sei ore.

"L’udienza - scrive ancora la Sala Stampa Vaticana - è stata dedicata integralmente all’interrogatorio dell’imputato Massimo Spina da parte del Presidente, del Collegio Giudicante, del Promotore di Giustizia Aggiunto e quindi da parte degli avvocati difensori".

Oggi alle 14 prosegue il processo, con la lettura dei verbali di Profiti e Spina e l'interrogatorio programmato di quattro testimoni. Poi, probabile uno slittamento di una settimana. 

Ti potrebbe interessare