“Scendi dalla pianta”, il social contest di Caritas Ambrosiana sulle "diversità"

Locandina del contest
Foto: Caritas Ambrosiana
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Si chiama “Scendi dalla pianta” ed è il nuovo social contest che invita a condividere i buoni incontri quotidiani con persone diverse da noi. Il concorso si chiude il 15 settembre, in palio un viaggio in Kenya per due persone.

Oggi la narrazione delle migrazioni sottolinea più gli aspetti negativi che quelli positivi Questa rappresentazione a senso unico alimenta la paura verso chi ha un colore diverso della pelle, appartiene a un’altra cultura, prega un altro Dio. Un modo per sconfiggere la paura è ripartire dalla vita quotidiana. Questo il messaggio che Caritas Ambrosiana lancia con il contest “Scendi dalla pianta”. Un invito a condividere i buoni incontri che quotidianamente facciamo con persone diverse per colore della pelle, cultura, religione, storia. Nel quartiere, in parrocchia, a scuola, in un campo da calcio, al lavoro.

Per partecipare al contest occorre collegarsi al sito dedicato https://share.caritasambrosiana.it/scendi-dalla-pianta/, inserire nome, cognome, email, nick name con cui si vuole firmare il proprio contributo, allegare un’immagine (formato .jpg, .jpeg, .gif, .png delle dimensioni massime di 2 mb) con una didascalia o una breve storia dell’incontro fatto, utilizzando l’apposito form. Possono partecipare le persone che hanno compiuto 18 anni al momento dell’invio del materiale. Non c’è un limite all’invio di contributi.

Il materiale verrà valutato per verificare l’aderenza con il tema del concorso e successivamente sarà pubblicato sul sito share.caritasambrosiana.it.

Per utilizzare i propri social (Facebook, Twitter e Instagram) occorre inserire l’hashtag #scendidallapianta #sharejourney e la citazione a @Caritasambrosiana per Facebook, @caritas_milano per twitter e @caritasmilano su Instagram, in modo che il materiale sia rilanciato.

Il vincitore si aggiudicherà un viaggio per due persone in Kenya, dove ammirare le straordinarie ricchezze faunistiche e ambientali del Nakuru Lake National Park e del lago Baringo, incontrare i pastori seminomadi Masai alle prese con il difficile adattamento ai cambiamenti climatici, scoprire l’impegno di alcune ong per insediare nel territorio un tipo di agricoltura sostenibile, conoscere i pescatori di pesce persico del lago Vittoria e gli artigiani che lottano per il proprio riscatto (itinerario curato dall’Agenzia di Turismo responsabile “Viaggi e Miraggi”). Il viaggio potrà essere effettuato nell’estate 2019.

Ti potrebbe interessare