Stazioni quaresimali, la Basilica di san Pietro in Vaticano

La parrocchia voluta da Papa Pio XI

Le suore di San Giuseppe nella sagrestia di San Pietro
Foto: www.figliedisangiuseppedirivalba.org
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sabato della prima settimana di Quaresima si ritorna San Pietro, quest’anno dopo l’inizio della Quaresina con la celebrazione delle Ceneri. 

San Pietro non è solo un basilica famosa nel mondo, ma è anche una parrocchia, molto amata dai romani. 

E’ stato Pio XI nel 1929, a maggio, dopo la firma dei Patti Lateranensi ad istituirla nei tempi moderni . 

Fu un passo importante perché la basilica che prima del 1870 era sempre usata come chiesa per i romani del quartiere, era rimasta in una situazione strana, parte della aerea dove il Papa si era rinchiuso.

Pio XI  elesse suo Vicario Generale il Sacrista pro tempore dei Palazzi Apostolici, e rimase la consuetudine che dal 1352, il Sacrista fosse scelto dall'Ordine degli Eremitani di S. Agostino. Si deve arrivare al 1991 con Papa Giovanni Paolo II  perché la cura pastorale nello Stato della Città del Vaticano sia affidata "all' Arciprete “pro tempore” della Basilica Vaticana, il quale diventa cosi anche Vicario Generale per la Città del Vaticano.

Soppresso il sacrista le sue mansioni sono svolte dal Maestro delle Celebrazioni Liturgiche del Sommo Pontefice.

Nel 1925  Pio XI ha chiamato le suore Figlie di San Giuseppe di Rivalba presso la sacrestia della Basilica di San Pietro. Le suore curano i quarantasette altari della Basilica insieme a tutti i paramenti sacri che sono necessari per i cardinali, i vescovi, i sacerdoti che provengono dalle più diverse parti del mondo.

 

Ti potrebbe interessare