Stazioni quaresimali, San Giovanni in Laterano

La cattedrale di Roma e il suo battistero

Il battistero della Basilica lateranense
Foto: www.battisterolateranense.it
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Oggi il cammino stazionale si ferma nella cattedrale di Roma l’Arcibasilica del SS.mo Salvatore e dei Santi Giovanni Battista ed Evangelista, conosciuto semplicemente come San Giovanni in Laterano.

La Basilica ha una storia ricchissima, e singolare è la storia del Battistero che si trova a fianco alla basilica all’esterno. Un edificio di epoca costantiniana che ha attraversato la storia.

Oggi il Battistero è la parrocchia della basilica. Il Battistero è stato sempre operante e con un ruolo centrale nella vita della Roma cristiana.

Molte le storie che lo legano alle vicende politiche romane. Nel 1347, durante il periodo avignonese, il giovane Cola di Rienzo si pose a capo del popolo di Roma nel Battistero.

Le porte bronzee della cappella di S. Giovanni Evangelista erano in origine alla sommità della Scala Santa, che conduceva i pellegrini al palazzo pontificio.

Molto amata è la Madonna della fonte che risale alla fine del secolo XIII nella Cappella di San Venanzio.

Il Rinascimento fu occasione di grandi opere nell’edificio così come  il barocco che entrò in maniera garbata nel Battistero, senza alterarne le strutture classiche e senza sostituirle.

La storia del Battistero conosce una nuova svolta con il pontificato di Paolo VI che ha promosso grandi restauri nel 1967. Nel 1976 il Battistero fu aperto ai visitatori e designato come sede parrocchiale di S. Giovanni in Laterano.

Domani appuntamento alle 17.00 a San Pietro in Vincoli a Colle Oppio 

Ti potrebbe interessare