Stazioni quaresimali, San Pietro in vincoli a Colle Oppio

Le catene di San Pietro e la statua del Mosé di Michelangelo due dei gioielli della chiesa

Una antica stampa di San Pietro in Vincoli
Foto: pd
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Prima settimana di Quaresima si inizia a Colle Oppio, a San Pietro in Vincoli. La chiesa è famosa perché custodisce delle reliquie molto speciali: la catene di San Pietro. A costruirla fu Eudossia moglie dell’imperatore Valentiniano III per custodirle. 

Ma San Pietro in vincoli ospita anche un capolavoro assoluto di Michelangelo, il Mosè che era inizialmente destinato a San Pietro, una delle statue destinate alla tomba di Papa Giulio II. 

La leggenda vuole che l’artista colpito dalla bellezza dell’opera scagliasse un martello alla statua domandando: perché non parli?. 

Tra i gioielli della chiesa anche il mosaico bizantino del VII secolo, e un monumento dei fratelli Pollaiolo con l’affresco che ricorda la peste di Roma del 1476 e la processione per chiedere la fine del flagello. 

Chissà se dopo la pandemia qualche artista lascerà un segno altrettanto significativo?

La chiesa è anche frequentata dagli universitari della vicina facoltà di ingegneria. 

Domani, martedì della prima settimana di Quaresima l’appuntamento con la liturgia stazionale dovrebbe essere a Sant’ Anastasia al Palatino alle 18. 00. 

Ti potrebbe interessare