Stefan Heid è il nuovo rettore del Pontificio istituto di Archeologia Cristiana

Il sacerdote tedesco è anche direttore dell' Istituto Görres in Vaticano

Professori e studenti del PIAC con al centro monsignor Heid
Foto: Istituto Görres
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Stefan Heid, sacerdote tedesco, studioso e docente di liturgia e agiografia, è il nuovo rettore del Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana. Il 24 Heid è stato nominato dal Prefetto della Congregazione Vaticana dell'Educazione Cattolica, che è il Gran Cancelliere dell’Istituto. Succede all’epigrafista laico Prof. Danilo Mazzoleni, che era in carica dal 2013. l regolamento dell'Istituto prevede una durata massima continuativa del mandato di sei anni.

Tra i compiti del nuovo rettore c’è quello di preparare il 200° anniversario nel 2022 della nascita del padre dell’archeologia cristiana moderna, Giovanni Battista de Rossi, il 18° Congresso Internazionale di Archeologia Cristiana che si svolgerà in Serbia nel 2023, e il centenario della fondazione dell’Istituto, fondato da Pio XI nel 1925.

Monsignor Heid, che è nato nel 1961, ha recentemente pubblicato un libro sull’altare paleocristiano: “Altar und Kirche. Prinzipien christlicher Liturgie” (Schnell & Steiner 2019). Tra le sue altre pubblicazioni si può menzionare la cura editoriale del volume “La morte e il sepolcro di Pietro( LEV 2014) con Christian Gnilka e Rainer Riesner.

Ti potrebbe interessare