Un corso per operatori di ONG cattoliche per conoscere il Vaticano

Una esperienza che si ripete per affrontare le sfide internazionali

La messa per l'apertura del corso
Foto: AA
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Qual è la missione ecclesiale delle ONG cattoliche? Spesso in contesti internazionali non tutti sono davvero consapevoli del ruolo della Santa Sede, o della profondità dell’insegnamento del Vangelo. 

Che fare? Quest’anno per la seconda volta la Pontificia Università urbaniana e la Australian Catholic University hanno organizzato, insieme ad alcuni dicasteri della Santa Sede, un corso specifico. 

Il corso in una settimana affronta diversi temi come, La Santa Sede e l’azione internazionale, l Educazione, lo Sviluppo umano integrale, il  Matrimonio, Famiglia e Bioetica, Migranti, Rifugiati, Sfollati e Tratta, le Linee e tecniche di fundraising e i Principi ed elementi della comunicazione.

In un mondo sempre più complesso ed articolato e negli anni della pandemia le organizzazioni cattoliche sono state protagoniste nello sforzo di alleviare le sofferenze. 

Il corso ha come finalità far acquisire competenze scientifiche e aggiornate su alcuni temi di attualità alla luce del Magistero e della Dottrina Sociale della Chiesa  e di contribuire a confermare l’identità ecclesiale delle ONG e la conoscenza del lavoro della Chiesa e della Curia Romana, approfondendo ulteriormente le capacità di analisi critica e razionale delle principali questioni emergenti nei consessi internazionali, come spiega Padre Leonardo Sileo rettore della Urbaniana. 

Al corso, che si può seguire anche on line, partecipano circa trenta persone, per la maggior parte laici, di diversi paesi del mondo.

Nella giornata di ieri i partecipanti si sono ritrovati nel Battistero di San Giovanni in Laterano per la messa di apertura celebrata dal cardinale Tagle e preceduta da una conferenza sul battesimo come nascita del Popolo di Dio sulla base di una iscrizione del battistero. 

Ti potrebbe interessare