Un milione di firme per la Tassa sulle Transazioni Finanziarie. Esultano le Acli

Stefano Tassinari
Foto: Acli
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Sono un milione le firme già raccolte per la per la petizione a sostegno dell’introduzione di una Tassa sulle Transazioni Finanziarie (TTF) in Europa. L’appello rivolto ai capi di Stato e di Governo degli 11 paesi, tra cui l’Italia, coinvolti nel negoziato per l’introduzione della TTF europea è quello di favorire un modello ambizioso dell’imposta continentale e di assicurare così un significativo gettito da destinare alla riduzione delle diseguaglianze sociali e al sostegno dei ceti più deboli in Italia, e, su scala internazionale, a programmi di lotta alla povertà e di contrasto ai cambiamenti climatici.

Esultano le Acli, tra le associazioni che fanno parte del cartello italiano. “Si fatica a trovare i pur pochi euro per salvare chi fugge dalle guerre e dal terrorismo, o i fondi per le pensioni da fame, con l'attuale sistema pensionistico, di chi perde il proprio coniuge; o per chi cade in povertà, o per chi fa i conti con la non autosufficienza – spiega Stefano Tassinari, responsabile Lavoro e vice presidente nazionale delle Acli -. Eppure non si osa minimamente  passare i meccanismi che arricchiscono un gruppetto di pochissimi potenti al mondo, persone che sono arrivate a guadagnare anche mezzo miliardo all'anno speculando sul valore creato dal Lavoro, che è il frutto della fatica e dell'ingegno di intere comunità e nazioni. E' ora che le riforme svoltino verso quelli che della crisi si arricchiscono”.

La petizione internazionale www.robinhoodpetition.org era stata lanciata a febbraio dello scorso anno dalla Campagna ZeroZeroCinque www.zerozerocinque.it e dalle altre Robin Hood Tax Campaigns.

Le Robin Hood Campaigns sono attive in 11 Paesi europei. La coalizione italiana sulla TTF è rappresentata dalla Campagna ZeroZeroCinque che riunisce 57 organizzazioni tra ONG, sindacati e realtà del mondo associativo ACLI, ActionAid Italia, Adiconsum, Adiconsum Basilicata, Altromercato, Amref, ARCI, ARCS, Associazione Comunità Papa Giovanni XXIII, ATTAC Italia, Associazione di Comunità, Azione Cattolica, Banca Popolare Etica, CGIL, CINI -Coordinamento Italiano Network Internazionali, CIPSI, CISA - Comitato Italiano per la Sovranità Alimentare, CISL, CISP, Cittadinanzattiva, Gruppo Cooperativo Goel, Cooperazione Internazionale Piamartina – SCAIP, COOPI, CVX Italia, Daquialà, Dokita, Economia Alternativa, Equociquà, Fa’ La Cosa Giusta, Fairwatch Italia, FIBA CISL, Flare, FOCSIV, Fondazione Culturale Responsabilità Etica, GCAP - Coalizione Italiana Contro la Povertà, Le Rondini, Legambiente, Lega Missionaria Studenti, LeG - Libertà e Giustizia, Lunaria, Mani Tese, Mag4 Piemonte, Mag Verona, Medici con l’Africa - CUAMM, Microdanisma, OISG – Osservatorio Italiano sulla Salute Globale, Oxfam Italia, RE:Common, Reorient, RTM – Reggio Terzo Mondo, Save the Children, Sbilanciamoci!, Social Watch Italia, UIL, Un ponte per, Volontari Terzo Mondo – Magis, WWF Italia.

Ti potrebbe interessare