Un nuovo sito internet dedicato alla Madonna di Loreto

Il lancio del nuovo sito internet nella Solennità dell'Annunciazione

Il Santuario di Loreto
Foto: Santuario di Loreto
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Nella Solennità dell'Annunciazione del Signore il Santuario della Madonna di Loreto annuncia l'uscita del nuovo sito internet. L'evento è stato presentato da Monsignor Fabio Dal Cin, Arcivescovo Delegato Pontificio di Loreto e accompagnato dalla riflessione del Cardinale Gianfranco Ravasi, Presidente Pontificio Consiglio della cultura e di Paolo Ruffini, Prefetto del Dicastero della Comunicazione della Santa Sede.

Monsignor Fabio Dal Cin introduce l'evento significativo per questo anno dedicato alla Patrona di tutti gli aeronauti: "Nel contesto del Giubileo Lauretano che ci invita a volare alto, prendo spunto da questo suggestivo testo tratto dal libro del Qoélet per presentare il nuovo sito internet del Santuario della Santa Casa di Loreto www.santuarioloreto.va".

"Il nuovo sito è uno strumento a servizio del Santuario, chiamato a porre in atto la necessaria conversione pastorale per corrispondere sempre più e sempre meglio alla sua missione evangelizzatrice e si inserisce nel complesso del rinnovo della comunicazione avviata con il Polo della Comunicazione nel 2019. La scelta della data non è casuale perché oggi 25 marzo si celebra la Solennità dell’Annunciazione del Signore, l’evento inaudito avvenuto tra le pareti della Santa Casa, nel quale si compie il sì di Dio che fa casa con l’umanità per salvarla e ridarle vita e il sì di Maria che si fa casa per accogliere il Figlio di Dio. Così, la Santa Casa, quale Casa dell’Annuncio, possiamo a ragione ritenerla anche la Casa della comunicazione", dice Monsignor Dal Cin.

Il delegato Pontficio mette in evidenza "Tre P" che sintetizzano i propositi del lancio del nuovo sito internet e che traducono il motto “Da Casa a casa”: partecipazione, presenza e preghiera.
Il sito offrirà una rinnovata immagine digitale del Santuario, in un’ottica internazionale, sfruttando le potenzialità del web e dei social. Tante le iniziative per le famiglie, per i giovani, per i malati.

"Con un velocissimo click si potrà navigare virtualmente nel complesso del Santuario seguendo l’itinerario che il pellegrino compie giungendo fisicamente a Loreto in questo tempo del Giubileo Lauretano, benevolmente concesso e poi prorogato da Papa Francesco fino al 10 dicembre 2021. Giubileo che la pandemia ha trasformato in un evento itinerante. Le tre immagini della Madonna di Loreto, infatti hanno continuato a passare - da aeroporto a aeroporto, da una base aeronautica all’altra – in una peregrinatio che è ancora in corso e che abbraccia il Mondo. L’immagine ha risvegliato la presenza di Maria che porta consolazione speranza", conclude il Delegato Pontificio.

Il Cardinale Ravasi ricorda nella conferenza stampa di presentazione i suoi momenti all'interno della Basilica di Loreto, anche da semplice giovane. "Questo di Loreto è per eccellenza il Santuario Mariano italiano più importante più significativo. C'è un pensiero oltre alla testimonianza personale che io vorrei in questo momento porre nell'interno di questa sorta di riflessione comune che stiamo facendo, ed è la data di oggi, la data in cui inizia questo sito internet che è il 25 marzo il giorno dell'Annunciazione, come tutti sanno, il giorno nel quale si ha proprio la celebrazione della presenza, la prima presenza di Cristo fisica, del Cristo uomo nel grembo di Maria, in una maternità. E’ una giornata che è stata idealmente narrata, noi lo sappiamo da Luca, ma è stata approfondita in una pagina che è di ardua lettura per la sua grandezza per la sua potenza della pagina di apertura del Vangelo di Giovanni il cosiddetto Inno prologo del Vangelo dove c'è quella frase nel versetto 14 che nell'originale suona così “Kai ho logos sarx egeneto” che vuol dire il “logos divino cioè la parola il verbo supremo trascendente diventa “egeneto” “sarx” cioè carne, carne umana, fragilità, storia, vita morte, come ben sappiamo. Quindi possiamo dire che, il mistero centrale del Cristianesimo ricordato oggi, è ricordato incessantemente nell'interno di questa Basilica", sottolinea il Cardinale.

Anche il Prefetto del Dicastero della Comunicazione della Santa Sede rilascia il suo intervento commentando l'uscita del nuovo sito internet: "E' importante il cammino fatto qui a Loreto; per permettere agli uomini e le donne di tutto il mondo essere connessi con il Santuario. Di sentirsi ed essere parte di uno stesso popolo. Un sito internet ben costruito aiuta la comunione di preghiera, la condivisione di esperienze, l’unità dei cristiani, il dialogo tra le religioni, tra credenti e non credenti".

In poco più di un anno il canale YouTube Santa Casa di Loreto ha sperato i 2 milioni di visualizzazioni: dall’Italia, dal Brasile, dagli Usa, dalla Spagna, la Svizzera, la Germania, l’Uruguay. E poi: Argentina, Francia, Giappone, Stati Uniti, Portogallo, Messico, Indonesia, Canada, Polonia, Regno Unito, Portogallo, Australia, Austria, Belgio, Camerun, Nuova Zelanda, Bosnia, Slovacchia, Paraguay, Cile, Croazia, Indonesia, Kuwait, Paesi Bassi, San Marino. Egitto Montenegro, Venezuela. "Il sito con estensione.va è una nuova tappa in questo cammino che permette ai fedeli di tutto il mondo si seguire la Santa Messa del mattino e della domenica dalla Santa Casa. E non solo", ricorda Ruffini.

Tra gli appuntamenti alle ore 18,00 di oggi verrà celebrata la S. Messa dell'Annunciazione del Signore, presieduta da Monsignor Fabio Dal Cin. La celebrazione sarà trasmessa in diretta attraverso i seguenti media: Telepace (canale 515 Sky in chiaro), Padre Pio TV (digitale 145, satellite 852 Sky in chiaro), Fano TV (digitale 17 per la regione Marche) in streaming su YouTube “Santa Casa Loreto” e www.santuarioloreto.it. Il segnale sarà veicolato anche nel circuito Corallo, pertanto disposizione di tutte le emittenti ad esso collegate. In tale circostanza riceveranno il mandato di Missionari della Misericordia Don Bernardino Giordano, Vicario Generale della Delegazione Pontificia e Padre Franco Carollo, Rettore della Basilica. Ai due Missionari della Misericordia il Santo Padre conferirà l’autorità di perdonare anche i peccati riservati alla Sede Apostolica. I fedeli potranno assistere in Basilica alle celebrazioni, nel rispetto dell'attuale normativa anti Covid-19. Si invita a seguire il programma nei canali media indicati.

Ti potrebbe interessare