UNIV 2019, quest'anno si parla di lavoro

Un gruppo di studenti UNIV a Piazza San Pietro
Foto: UNIV 2019
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Come negli scorsi anni, durante la Settimana Santa studenti provenienti da più di 100 università di tutto il mondo si riuniranno a Roma per l'UNIV 2019. Si tratta di un raduno internazionale di studenti universitari che desiderano trascorrere la Settimana Santa e la Pasqua insieme al Papa e a Roma.

Quest'anno il comitato organizzatore dell'UNIV ha proposto loro di riflettere sul tema “Il potere trasformativo del lavoro” (“Getting down to business: The transformative power of work”). I giovani che partecipano all'incontro dell'UNIV affrontano i problemi sociali, politici, economici e culturali attuali alla ricerca di soluzioni valide che rispettino la dignità umana e i diritti fondamentali della persona.

Domani mercoledì i giovani parteciperanno all'udienza generale con il Santo Padre.

Queste alcune parole dell’ economista della Costa d'Avorio Casimir Kouassi, presidente dell'UNIV 2019, in riferimento al tema proposto quest'anno per la riflessione dei giovani: “Le tecnologie dell'informazione, l'evoluzione della demografia sociale e la globalizzazione sono alcuni dei fattori che plasmano il futuro del lavoro, dove le carriere a senso unico sono sostituite da carriere poliedriche, e dove le capacità e le attitudini personali, come il pensiero critico, la resilienza, la risoluzione dei problemi e il processo decisionale, sono sempre più apprezzate al di sopra delle conoscenze tecniche”.

Casimir Kouassi prosegue descrivendo le sfide che si presenteranno durante il congresso: “Dobbiamo metterci al lavoro. Il professionista del 21° secolo è serio, impegnato, diligente, creativo, con capacità di adattarsi… Quale tipo di formazione personale risponde oggi alla necessità professionale di trasformare i bisogni in opportunità e le vulnerabilità in punti di forza? In che modo la professione diventa un vero servizio alla società? Qual è l’apporto che può essere dato al mondo del lavoro da una persona, a differenza di un robot? Le sfide sono molte, ma le nostre capacità sono aperte a infinite possibilità”.

 UNIV 2019 sta organizzando eventi culturali in varie parti di Roma: conferenze, colloqui, mostre, tavole rotonde con relatori come: Olivia Darby, co-fondatrice della Wonder FoundationLuis Felipe Martí Borbolla, dottore in diritto costituzionale e specialista in Storia delle idee politiche del Queen's College (Oxford) e in Strategia politica della London School of Economics; Carla de Vanegas, creatrice del progetto "YOUNG MAN360" presentato al World Youth Economic Forum for replication e in altri paesi; Kevin Majeres, professore alla Harvard Medical School, co-fondatore del sito OptimalWork; Paloma Cantero, CEO di YouthProAktiv, esperto di relazioni internazionali e una delle principali personalità europee del diritto e della politica del 2017 secondo la rivista Forbes; Sharif Younes, co-fondatore di OptimalWork, che ha lavorato come ingegnere informatico e scienziato dei dati in diverse startup tecnologiche nell'area di Boston.

 Altre attività previste sono il Forum Incontro Romano, il cui tema è “I bagliori quotidiani”, e il Progetto Innovatori Sociali, uno spazio dedicato alla presentazione di progetti di volontariato e solidarietà in cui gli studenti universitari sono protagonisti.

 Gli incontri dell'UNIV sono nati nel 1968 grazie all'ispirazione e all'impulso di san Josemaría Escrivá, fondatore dell'Opus Dei. In questi 51 anni più di 100.000 studenti universitari hanno partecipato all'incontro. Ogni anno gli studenti partecipano all'udienza con il Papa, e quest'anno è particolarmente significativo, tenendo conto dell'esortazione apostolica recentemente pubblicata da papa Francesco “Christus Vivit”, frutto del Sinodo sui giovani dello scorso ottobre.

Il testo di questi incontri e l'elenco dei temi delle precedenti edizioni dell'UNIV, insieme ad altre informazioni, sono disponibili sulle pagine web: 

www.univforum.org e http://www.univcongress.info/it/evento-internazionale-a-roma/.

La prelatura dell'Opus Dei organizza attività di formazione cristiana che accompagnano il programma dell'incontro. È un'occasione per conoscere la città di Roma, visitare musei, mostre d'arte e vedere luoghi dove si possono seguire le orme della storia della Chiesa fin dai primi secoli.

 

Ti potrebbe interessare