Venezia si affida ancora una volta alla Madonna della Salute

Il Patriarca Moraglia in visita alla popolazione colpita dall'acqua alta

Il Patriarca in città
Foto: Patriarcato di Venezia
Previous Next
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

In una Venezia flagellata e così duramente provata, in tutte le sue componenti, dall’emergenza acqua alta di questi giorni si sta per riproporre l’importante e sentito appuntamento annuale della Madonna della Salute con cui l’intera città intende rinnovare l’antichissimo “voto”.

La tradizionale festa veneziana - da sempre accompagnata da una forte partecipazione popolare - risale infatti a quasi quattro secoli fa, nel 1630, quando la Repubblica Serenissima fece voto di erigere una nuova chiesa - intitolata a “S. Maria della Salute” e affidata per la costruzione al Longhena - a conclusione della terribile pestilenza che minacciava di distruggere la città lagunare. 

Il Patriarca Moraglia in questi giorni ha visitato le persone colpite dai danni e la diocesi sta adeguando le celebrazioni. 

L’apertura ufficiale e la benedizione del ponte votivo sul Canal Grande è fissata per oggi martedì 19 novembre alle ore 14.30, presso il traghetto di S. Maria del Giglio e alla presenza del Sindaco, delle autorità cittadine e del Patriarca. Subito a seguire, alle ore 15.00 e presso il Seminario Patriarcale alla Salute, si terrà la presentazione del libro (edizioni Marsilio) “White Marble and the Black Death. Il marmo bianco e la peste nera” sulle opere dell’altare maggiore della basilica;  interverranno all’incontro il Patriarca di Venezia Francesco Moraglia, la presidente della Fondazione Venetian Heritage Onlus Valentina Marini Clarelli Nasi e l’amministratore delegato di Marsilio Editori Luca De Michelis. Il volume è stato pubblicato grazie al sostegno di Venetian Heritage. 

Il Patriarca Francesco Moraglia presiederà la Messa solenne di giovedì 21 novembre, alle ore 10.00, nella Basilica della Salute a Venezia e guiderà, inoltre, il pellegrinaggio diocesano dei giovani in programma la sera della vigilia (mercoledì 20 novembre), a partire dalle ore 18.15 con ritrovo in Piazza San Marco per incamminarsi poi verso la basilica della Salute (dove l’arrivo è previsto verso le ore 19.15 con chiusura dell’evento intorno alle 20.00/20.15). Nel corso del pellegrinaggio è previsto l’intervento-testimonianza della missionaria saveriana suor Maria Angela Bertelli, a lungo impegnata in Africa e in Thailandia.  

Ti potrebbe interessare