Versaldi: "Le scienze dell’educazione cristiana favoriscano il dialogo tra fede e ragione"

Il Cardinale Giuseppe Versaldi
Foto: Pontificia facoltà di scienze dell'educazione Auxilium
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

La centralità dello Spirito Santo. E' il tema portante dell'omelia pronunciata dal Cardinale Giuseppe Versaldi, Prefetto della Congregazione per l'Educazione Cattolica, in occasione dell'inaugurazione dell'Anno Accademico della Pontificia facoltà di scienze dell'educazione Auxilium, lo scorso 24 novembre.

E' Gesù stesso - ricorda il porportato - a promettere la discesa dello Spirito Santo e "noi siamo testimoni che questa promessa è stata mantenuta dal Signore, siamo testimoni che questo Spirito vivifica il cuore di ogni credente che a Lui si affida". Ed è proprio grazie al dono dello Spirito Santo che possiamo affrontare - aggiunge il Prefetto - "le debolezze, le fragilità, i travagli della storia umana".

"Mentre per chi non crede - prosegue il porporato - facilmente si cade nel catastrofismo, nel pessimismo, per il credente, le sofferenze vengono condivise con gli altri, senza sconti, senza privilegi ma con la certezza che la storia non va verso la catastrofe, verso la morte, ma che oggi attendiamo nella speranza tutto ciò in cui crediamo". Da qui l'invito del Cardinale Versaldi a rileggere l’Enciclica di Benedetto XVI Spe Salvi.

In questo senso - spiega ancora il presule - "le scienze dell’educazione cristiana favoriscono il dialogo tra fede e ragione, in una società in cui anche le scienze educative si limitano a studiare i fenomeni senza più indicare nessuna direzione, lasciano mancare la meta a cui aspirare, forse perché si reagisce a una forma di educazione che prima indicava solo la meta, senza tener conto dei soggetti, con la loro particolarità, singolarità, con le loro fragilità e debolezze. Questo è il contributo che l’educazione cristiana può dare nel rispetto e nell’autonomia delle scienze, della ragione, ma anche integrandolo con la fede".

Il Cardinale Versaldi ricorda anche la figura di San Giovanni Bosco additandolo a modello, poichè capace di "essere attento alle persone e di indicare un sistema educativo che accompagna verso la meta che è Cristo".

Ad inaugurare l'Anno Accademico dell'Auxilium la Lectio Magistralis del Professor Enrico Giovannini, già Ministro del Lavoro.

Ti potrebbe interessare