Il Papa: “L’Eucaristia è un raggio di quel sole senza tramonto che è Gesù Cristo risorto”

Papa Francesco durante un' Udienza Generale
Foto: Daniel Ibanez, ACI Group
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Che cos’è essenzialmente la Messa? Si apre con questa domanda l’Udienza Generale odierna di Papa Francesco in Piazza San Pietro. Il Pontefice ha subito chiara la risposta: “La Messa è il memoriale del Mistero pasquale di Cristo. Essa ci rende partecipi della sua vittoria sul peccato e la morte, e dà significato pieno alla nostra vita”.

Secondo Papa Francesco “per comprendere il valore della Messa dobbiamo innanzitutto capire allora il significato biblico del memoriale”. La Messa è il memoriale “della Pasqua di Gesù, del suo esodo, che ha compiuto per noi, per farci uscire dalla schiavitù e introdurci nella terra promessa della vita eterna”.

“Ogni celebrazione dell’Eucaristia è un raggio di quel sole senza tramonto che è Gesù Cristo risorto”, osserva Francesco. Il Pontefice argentino arriva al cuore dell’Udienza odierna: “Partecipare alla Messa, in particolare alla domenica, significa entrare nella vittoria del Risorto, essere illuminati dalla sua luce, riscaldati dal suo calore. Attraverso la celebrazione eucaristica lo Spirito Santo ci rende partecipi della vita divina che è capace di trasfigurare tutto il nostro essere mortale”.

Francesco conclude la sua catechesi ai fedeli: “Se l’amore di Cristo è in me, posso donarmi pienamente all’altro, nella certezza interiore che se anche l’altro dovesse ferirmi io non morirei; altrimenti dovrei difendermi. I martiri hanno dato la loro vita proprio per questa certezza della vittoria di Cristo sulla morte. Solo se sperimentiamo questo potere di Cristo, il potere del suo amore, siamo veramente liberi di donarci senza paura. Penso che ora sia più chiaro come la Pasqua si renda presente e operante ogni volta che celebriamo la Messa, cioè il senso del memoriale. Quando andiamo a Messa è come se andassimo al Calvario, perchè noi ci permettiamo di chiacchierare e di fare fotografie? Dobbiamo essere nel silenzio, nel pianto e nella gioia di essere salvati".