1929, Pio XI e l'elogio degli Esercizi spirituali

L'enciclica Mens Nostra, 90 anni fa, consigliava la pratica di cui fu alfiere Sant'Ignazio di Loyola

Papa Pio XI
Foto: pubblico dominio
Facebook Twitter Google+ Pinterest Addthis

Auspico che la pratica degli esercizi spirituali "venga diffusa in larga scala non solo fra l’uno e l’altro clero, ma anche fra le schiere dei cattolici laici". Lo scriveva Papa Pio XI nell'enciclica Mens Nostra del 1929, dedicata per l'appunto agli esercizi spirituali.

"La grande malattia dell’età moderna, fonte precipua dei mali che tutti deploriamo - denunciava il Papa - è la mancanza di riflessione, quell’effusione continua e veramente febbrile verso le cose esterne, quella smodata cupidigia delle ricchezze e dei piaceri, che a poco a poco affievolisce negli animi ogni più nobile ideale, li immerge nelle cose terrene e transitorie e non permette loro di assurgere alla considerazione, delle verità eterne, delle leggi divine, di Dio, unica fonte di tutto ciò che esiste, unico fine dell’universo creato, il quale nella sua infinità bontà e misericordia, ai giorni nostri, con effusione straordinaria di grazie, potentemente attira a sé le anime, nonostante la corruzione che dappertutto s’infiltra. Ora, ad un morbo così profondo della famiglia umana, quale rimedio migliore possiamo Noi proporre che invitare tutte queste anime dissipate e stanche al raccoglimento degli Esercizi?".

"Gli Esercizi spirituali, costringendo l’uomo all’interiore lavoro dello spirito alla riflessione, alla meditazione, all’esame di se stesso - aggiungeva Pio XI - sono per le umane facoltà una mirabile scuola di educazione in cui la mente impara a riflettere, la volontà si rafforza, le passioni si dominano, l’attività riceve una direzione, una norma, un impulso efficace e tutta l’anima assurge alla sua nativa nobiltà e grandezza. Gli Esercizi non solo perfezionano le naturali facoltà dell’uomo, ma hanno un mirabile potere nel formare l’uomo soprannaturale, cioè il cristiano".

Il Papa lodava infine Sant'Ignazio di Loyola, che Pio XI non esitava a definire "Maestro specializzato degli Esercizi".

Ti potrebbe interessare